Visite mediche: attenzione alla marca

Il costo della marca da bollo è a carico dell'assistito e non del medico

da , il

    Visita medica

    A volte capita che davanti al pagamento dell’onorario di un medico relativo ad una prestazione professionale praticata, il professionista “dimentichi” di rilasciarci la fattura, una dimenticanza che ci preclude la possibilità di portare in detrazione la somma corrisposta al medico e di consentire allo stesso di evadere il Fisco. Ma queste, di solito, sono le eccezioni, la regola è invece che il professionista emetta correttamente la fattura ma qui, a causa di una, a nostro avviso, stortura da parte del sistema fiscale italiano, per rendere regolare la prestazione occorrerà che il medico apponga sulla ricevuta una marca da bollo pari a 1,81 euro, il che significa che il medico dovrà avere con sé un discreto quantitativo di marche da bollo, ciò in quanto spetterebbe al medico e non al paziente provvedere all’applicazione della marca e successivo annullamento della stessa.

    Il costo della marca è a carico dell’assistito

    Serve anche sapere che l’importo della marca non è a carico di chi emette la fattura ma di chi la riceva, dunque l’onorario medico sarà gravato dell’importo del bollo apposto, eccezion fatta nel caso in cui il costo complessivo della prestazione sia inferiore a 77,47 euro, in questo caso non è richiesta alcuna marca da bollo.

    Nel caso in cui vi incarichiate personalmente di reperire la marca da apporre al documento, fatto non del tutto regolare, sappiate che oltre il limite di cui sopra dovrete sempre prevedere l’esistenza della marca, ciò soprattutto nel caso in cui intenderete far valere la spesa effettuata ai fini della detrazione nella dichiarazione dei redditi. In mancanza del bollo non vi sarà riconosciuto alcun costo, anche se dichiarate, pure in buona fede, di aver corrisposto il corrispettivo della marca da bollo al medico.