NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Vasculite: sintomi, tipologie, test, diagnosi e cure

Vasculite: sintomi, tipologie, test, diagnosi e cure

La vasculite è un’infiammazione dei vasi sanguigni, con sintomi differenti a seconda delle tipologie

da in Infiammazioni, Vasi sanguigni
Ultimo aggiornamento:

    vasculite sintomi tipologie test diagnosi cure

    La vasculite indica un’infiammazione dei vasi sanguigni, che comporta dei danni alle pareti degli stessi vasi. Specificatamente con il nome generale si indica un gruppo di malattie, che si differenziano in base alle anomalie implicate e al coinvolgimento di alcuni organi in particolare. Frequente è quella che interessa gli arti inferiori. I sintomi sono differenti, ma quelli più comuni consistono nelle macchie sulla pelle, nell’affaticamento, nella perdita di peso e nei dolori muscolari. Esistono diverse tipologie di vasculite, la cui diagnosi avviene mediante il ricorso ad alcuni test, che danno indicazioni anche sulle cure da mettere in atto per risolvere il problema.

    I sintomi

    I sintomi della vasculite si differenziano in base all’organo interessato e variano molto a seconda del tipo di vaso sanguigno coinvolto. Incide anche la gravità del problema, che diventa evidente soprattutto quando sono implicati la cute, i reni e le articolazioni. Tra l’altro bisogna considerare tutte le altre malattie a cui può essere associata la patologia.

    Per fare qualche esempio, possiamo citare malattie rare, come la sindrome di Churg-Strauss, la malattia di Wegener, la malattia di Kawasaki. Inoltre la vasculite può essere associata a malattie reumatiche, come l’artrite reumatoide, alle infezioni, come l’epatite B, ai tumori, come i linfomi, e all’assunzione di alcuni particolari farmaci.

    Alcuni sintomi si sviluppano lentamente, mentre alti progrediscono di giorno in giorno. Il quadro sintomatologico più comune comprende macchie sulla pelle, febbre, affaticamento, dolori muscolari, perdita di peso e inappetenza.

    Le tipologie

    Le tipologie della vasculite sono eterogenee. La classificazione si basa su diversi elementi, come i sintomi e le cause. Di solito si suddividono le vasculiti primarie o idiopatiche da quelle secondarie.

    Nella prima categoria rientrano le patologie per cui non è possibile individuare alcuna causa e, a sua volta, questo gruppo comprende le malattie che interessano i grandi vasi, quelli di media grandezza e quelli di piccolo calibro. In particolare in questa terza classe rientra la porpora di Henoch-Schonlein, che interessa i bambini e compromette i vasi della pelle (vasculite cutanea), del rene e dell’intestino, provocando la formazione di aggregati macromolecolari.

    Nel secondo gruppo rientrano le vasculiti, la cui causa è perfettamente individuabile: reumoartropatie, neoplasie, malattie infettive, patologie infiammatorie intestinali croniche, ecc.

    I test e la diagnosi

    La diagnosi della vasculite si basa su alcuni test che sono prescritti dal medico. Di solito ci si basa sulle analisi del sangue, che permettono di valutare i parametri infiammatori, l’emocromo, la funzionalità del fegato e consentono di ricercare anticorpi anti citoplasma dei neutrofili e anticorpi contro le cellule dell’endotelio.

    Si possono poi effettuare delle ecografie, tac e risonanza magnetica nucleare, per avere a disposizione le immagini dei grandi vasi sanguigni, come le arterie. Il medico può ritenere opportuno effettuare un angiogramma e una biopsia del tessuto vascolare, per valutare lo stato di infiammazione.

    Le cure

    Le cure per la vasculite prevedono anche il ricorso ai farmaci, che sono di due tipi. Si tratta dei corticosteroidei, per mantenere sotto controllo l’infiammazione, e dei farmaci immunosoppressivi, che regolano l’azione delle cellule del sistema immunitario, specialmente nel caso della vasculite autoimmune.

    Per quanto riguarda gli steroidi, la dose e la durata della terapia sono in relazione all’entità del problema. Bisogna ricordarsi che questi farmaci possono determinare anche degli effetti collaterali da tenere in considerazione. A volte può essere necessario ricorrere anche all’intervento chirurgico, specialmente quando la vasculite colpisce alcuni organi come il cuore o i polmoni. Lo scopo dell’operazione è quello di migliorare la funzionalità degli organi.

    727

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfiammazioniVasi sanguigni
    PIÙ POPOLARI