Vaccino influenza: entro il 2013 pronto quello universale

Una ricerca statunitense ha messo a punto un vaccino contro l'influenza che sarebbe in grado di contrastare diversi tipi di ceppi di virus

da , il

    vaccino contro influenza

    Un vaccino contro l’influenza che sia valido a livello universale e che sia in grado di combattere l’attacco di virus di qualunque ceppo. Potrebbe essere questo il risultato finale di una ricerca condotta presso lo “US National Institute of Allergy and Infectious Diseases di Bethesda”. La sperimentazione sugli uomini sarà pronta entro il 2013.

    In sostanza il vaccino in questione si compone di due tipi di vaccinazioni. La prima utilizza un vaccino derivato da un virus del 1999, che punta alle parti che di solito sono comuni a livello genetico dei vari virus influenzali. La seconda invece consiste in un richiamo di vaccinazioni contro le influenze stagionali. In questo modo il vaccino aumenterebbe la sua efficienza di anno in anno, garantendo alla fine una immunizzazione definitiva. La sperimentazione di questa tecnica sugli animali ha messo in evidenza che essi erano in grado di reagire sia ai virus influenzali precedenti il 1999 che a quelli successivi.

    Il vaccino che i ricercatori avrebbero messo a punto mira essenzialmente alla parte basale dell’emoagglutinina, una proteina che si trova sulla superficie cellulare dei virus influenzali e che si aggancia alle cellule del corpo umano, determinando l’infezione. I virus riescono a sfuggire agli anticorpi, perché la proteina in questione è in grado di cambiare continuamente forma. Il vaccino potrebbe procedere alla distruzione di questa proteina, impedendo l’azione dei virus.

    L’approccio portato avanti dai ricercatori statunitensi è veramente molto interessante in questo senso e apre prospettive veramente importanti in termini di ricerca scientifica sull’influenza.