Vaccino antinfluenzale 2016-2017: benefici, controindicazioni ed effetti collaterali

Vaccino antinfluenzale 2016-2017: benefici, controindicazioni ed effetti collaterali
da in Influenza, Vaccini, Vaccino antinfluenzale, Virus influenzale
Ultimo aggiornamento:

    vaccino antinfluenzale 2016 2017

    Vaccino antinfluenzale 2016-2017: quali sono i benefici, le controindicazioni e gli effetti collaterali? Ogni anno il Ministero della Salute mette a punto una circolare, che contiene le indicazioni da seguire per la prevenzione dell’influenza stagionale. Il documento non solo fornisce le istruzioni su una sorveglianza di tipo epidemiologico, ma individua delle informazioni fondamentali soprattutto per le persone a cui è raccomandata la vaccinazione. Tutte le indicazioni del Ministero della Salute sono in linea con quelle dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, per garantire il funzionamento dei servizi essenziali e per proteggere le persone più esposte al rischio di complicanze.

    La nuova composizione vaccinale 2016-2017 comprende i seguenti elementi:

    • A/California/7/2009 (H1N1)
    • A/Hong Kong/4801/2014 (H3N2)
    • B/Brisbane/60/2008 (lineaggio B/Victoria)

    Inoltre l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha raccomandato l’inserimento del virus B/Phuket/3073/2013-like (lineaggio B/Yamagata) nei vaccini quadrivalenti.

    Con il vaccino viene ridotto il rischio di ammalarsi di influenza. La vaccinazione è raccomandata soprattutto ai soggetti a rischio. In particolare dovrebbero vaccinarsi:

    • i bambini, che hanno un sistema immunitario ancora non del tutto sviluppato;
    • gli anziani, che hanno delle difese immunitarie indebolite;
    • coloro che soffrono di patologie croniche. Rientrano fra queste malattie il diabete, quelle metaboliche, i disturbi cardiovascolari e le patologie che coinvolgono l’apparato respiratorio.

    Non dovrebbero sottoporsi al vaccino antinfluenzale le persone che hanno una certa ipersensibilità alle proteine dell’uovo.

    Inoltre la somministrazione è sconsigliata in presenza di febbre. Non esistono controindicazioni particolari per chi è in gravidanza o per chi allatta. Tuttavia è meglio non sottoporsi alla vaccinazione se si soffre di eventuali reazioni allergiche anche ad uno degli elementi della composizione.

    Possibili effetti del vaccino antinfluenzale possono essere le reazioni a livello topico, che interessano il punto in cui viene effettuata l’iniezione. Si possono presentare rossori e gonfiori, che in genere scompaiono nel corso di poche ore. Inoltre possono subentrare dolori articolari e muscolari. Effetti collaterali tipici sono:

    • la febbre,
    • l’agitazione,
    • la nevralgia,
    • la stanchezza,
    • il malessere generale,
    • reazioni gastrointestinali, come il vomito.

    Soltanto in casi eccezionali subentrano reazioni particolarmente gravi, come, ad esempio, degli effetti neurologici.

    486

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfluenzaVacciniVaccino antinfluenzaleVirus influenzale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI