Vaccini: scarseggiano quelli previsti per le malattie dell’infanzia

Vaccini: scarseggiano quelli previsti per le malattie dell’infanzia

I pediatri parlano di allarme, da quando non sono in grado di approvvigionarsi del vaccino esavalente e quadrivalente, quest’ultimo capace di immunizzare contro malattie quali orecchioni, rosolia, varicella, morbillo realizzato dalla Casa farmaceutica citata che parrebbe essere l’unica in grado di produrli

da in Influenza suina, Malattie, Primo Piano, Vaccini
Ultimo aggiornamento:

    vaccini

    Continuano i malumori a proposito del vaccino contro l’influenza A, stavolta, alle proteste delle diverse Associazioni dei Consumatori, scandalizzatedal fatto che lo Stato avrebbe pagato ingenti risorse per approvvigionarsi in fretta e furia di vaccini contro una pandemia che ha mostrato molto presto di esserebenigna si associano le proteste dei pediatri tedeschi davanti alla constatazione di non poter disporre dei tradizionali vaccini per l’infanzia a causa della corsa delle Case farmaceutiche a disporre vaccini contro l’Influenza.

    In Germania infatti parrebbero scarseggiare, qualcuno parla proprio di assenza, ben sette vaccini per l’infanzia, ciò da quando la Glaxo-Smith-Klein, colosso farmaceutico che di norma produce tali vaccini, ha cessato la produzione di tali presidi farmacologici a favore del vaccino contro l’influenza A.

    I pediatri parlano di allarme, da quando non sono in grado di approvvigionarsi del vaccino esavalente e quadrivalente, quest’ultimo capace di immunizzare contro malattie quali orecchioni, rosolia, varicella, morbillo realizzato dalla Casa farmaceutica citata che parrebbe essere l’unica in grado di produrli.

    Addirittura i pediatri tedeschi parlano di disastro di fronte alla constatazione che un vaccino contro l’influenza A è andato a discapito di tutti gli altri vaccini in grado di prevenire importanti malattie e per di più, lamentano ancora i pediatri, senza che nessuno abbia annunciato per tempo l’allarme che, di sicuro, avrà la sua eco per tutto il mese, se tutto andrà per il meglio.

    Attualmente i medici tedeschi consigliano i genitori di sottoporre i propri bambini a vaccinazioni con singoli vaccini, fatto che da anni si preferisca evitare proprio con la formulazioni di farmaci che raggruppano nella stessa puntura presidi diversi; ma la situazione che attualmente è nota in Germania non è detto che non possa coinvolgere anche l’Italia, in considerazione del fatto che l’azienda produttrice fornisce vaccini, per quanto ci compete, in tutta Europa.

    367

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Influenza suinaMalattiePrimo PianoVaccini
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI