Vaccini: presente e futuro

Vaccini: presente e futuro

A Siena gli esperti hanno discusso di vaccini, tra presente e futuro: molte le conquiste fatte, le malattie debellate quasi completamente, ma la ricerca è in continua evoluzione

da in In Evidenza, Malattie, News Salute, Ricerca Medica, Vaccini
Ultimo aggiornamento:

    Tutte le novità sui vaccini

    Il centro ricerche dell’Istituto Sclavo di Siena compie quarant’anni e sono stati proprio loro, i vaccini, al centro della tavola rotonda, dal titolo “I vaccini, un bene per la tutela della salute, per il presente e per il futuro” di ieri. Gli esperti hanno discusso dei risultati raggiunti, dai numeri importanti, dei successi, ma anche dei piccoli e grandi insuccessi, del lavoro della ricerca ancora in pieno fermento ed evoluzione e, soprattutto degli obiettivi ancora da raggiungere, da quelli più immediati fino ai progetti a lunga scadenza.

    Nonostante i timori, le cautele e alcuni effetti collaterali innegabili, i vaccini, nella storia mondiale dell’ultimo secolo, hanno svolto un ruolo importante, contribuendo alla lotta di molte malattie terribili. Due esempi su tutti: il vaiolo e la polio sono malattie quasi completamente debellate in tutto il mondo, grazie alla vaccinazione.

    Sono in fase di studio e sperimentazione numerosi vaccini, che potrebbero rivoluzionare la diffusione e l’incidenza di alcune patologie molto gravi, come alcune tipologie di tumori, dal melanoma al cancro della mammella, l’ipertensione, il diabete e il Morbo di Alzheimer.

    Aprono interessanti prospettive anche le ricerche condotte per rendere possibile una tipologia nuova di vaccino, che potrebbe presto essere realtà, quello per contrastare alcune forme di dipendenza molto pericolose: il tabagismo e l’alcolismo.

    “Per l’Oms il 2010 doveva essere l’anno in cui si sarebbe debellato il morbillo, invece è ancora molto diffuso e in alcuni casi casi può essere ancora mortale. In Italia questo vaccino è stato osteggiato per diffidenza, per i timori legati ai rischi autismo, pericoli smentiti scientificamente, ma, è vero che, anche questo vaccino, come tutti, può avere effetti collaterali” sottolinea il professor Giuseppe La Torre dell’Università la Sapienza di Roma.

    Immagine tratta da: agrigentooggi.it

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN In EvidenzaMalattieNews SaluteRicerca MedicaVaccini
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI