Vacanze: regole salva-intestino

Tempo di ferie, ma non per l'intestino, che, anzi, durante l'estate corre maggiori rischi: per tenere alla larga fastidiosi sintomi intestinali, meglio fare sport e scegliere la dieta giusta

da , il

    L’intestino soffre durante l’estate

    Estate, sole, caldo, vacanze e intestino in pericolo? Sì, assicurano gli esperti, quindi, meglio prevenire, per scongiurare il fastidiosissimo “effetto vacanza” sul delicato sistema gastrointestinale. Il rischio per la salute dell’intestino conta, purtroppo, grandi numeri: circa 6 milioni gli italiani che potrebbero dover fare i conti durante i viaggi estivi con problemi intestinali.

    E’ proprio l’estate, uno dei periodi più belli dell’anno, in cui lo stress da lavoro e la frenesia della quotianità lascia spazio a viaggi, mare e ombrellone, il periodo più rischioso per l’intestino e, in particolare, per il delicato equilibrio della sua flora batterica.

    “Il cattivo funzionamento dell’intestino e’ un disturbo fastidioso che rischia di rovinare e mettere a repentaglio le tanto attese vacanze estive. Purtroppo durante la stagione calda i disturbi intestinali possono emergere o acuirsi a causa del caldo, dei lunghi viaggi e di abitudini alimentari alterate o squilibrate. Ecco dunque comparire o accentuarsi meteorismo, gonfiore e distensione addominale, dolore e irregolarità intestinali. Sono sufficienti piccoli accorgimenti per preservare il proprio intestino e proteggersi da quello che potremmo chiamare ‘effetto vacanza’” ricorda il professor Attilio Giacosa, direttore scientifico del Dipartimento di Gastroenterologia del Gruppo Sanitario Policlinico di Monza.

    La prevenzione dei problemi intestinali estivi è fatta di attività fisica e alimentazione equilibrata, limitando le porzioni, stando alla larga dalle bevande ghiacciate, dal cibo “spazzatura”, ricco di salse, e dagli alcolici. Un alleato prezioso della salute dell’intestino e dell’equilibrio delle sua flora batterica sono i fermenti lattici, da portare sempre con sé in valigia e da assumere abitualmente anche durante le vacanze.

    Immagine tratta da: biopedia.it