Vacanze di Natale: sport invernali, attenzione a cadute e traumi

Vacanze di Natale: sport invernali, attenzione a cadute e traumi

Gli sport invernali sono un must delle feste, ma, amanti di sci e snowboard, attenzione, perché cadute e traumi sono davvero dietro l’angolo

da in Benessere, Natale in salute, News Salute, Prevenzione, Sport, Traumi
Ultimo aggiornamento:

    sci e snowboard, alto il rischio traumi

    Natale è passato, è tempo di festeggiare le prossime ricorrenze, Capodanno in testa, per la maggior parte degli italiani, sulle piste innevate, tra sci, snowboard, pattinaggio e molto altro. Gli sport invernali sono una tappa obbligata di questo periodo di festività per migliaia di connazionali, che, però, complici, freddo, scarso allenamento, sovraffollamento sulle piste e disattenzione, rischiano di rimetterci qualche ossa.

    Via libera allo sport sulla neve o sul ghiaccio, quindi, ma senza dimenticare la giusta dose di attenzione e precauzione, per evitare traumi, cadute e, soprattutto, le loro conseguenze a carico di ossa, muscoli e articolazioni. Il rischio di sonore cadute e pericolosi traumi, infatti, quando si solcano le piste innevate a bordo degli sci, si cavalcano le onde di neve sulla tavola da snowboard, o si pattina dolcemente sul ghiaccio, è davvero alto.

    In particolare, per gli amanti della tradizione, dello sport invernale per eccellenza, lo sci, a correre maggiori rischi sono le articolazioni, come ginocchia, caviglia e spalle, ma anche schiena e collo. Basta un movimento sbagliato, uno sforzo eccessivo, non supportato dall’allenamento adeguato, o una “collisione” imprevista e a velocità elevata sulla pista, per dire addio a legamenti & co, per giocarsi il resto delle vacanze invernali o, peggio, la salute.


    I più spericolati, che preferiscono “aggredire” le piste innevate, surfando sulla tavola da snowboard, le parti del corpo più esposte al pericolo traumi sono sicuramente i polsi, le mani, la schiena e l’osso sacro. Sono questi, infatti, a diventare le superfici d’appoggio improvvisate e altrettanto rischiose, in caso di atterraggi rovinosi dopo una curva non ben calibrata o un salto di troppo.

    352

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereNatale in saluteNews SalutePrevenzioneSportTraumi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI