Vacanze all’estero? Le precauzioni sanitarie sono d’obbligo

Vacanze all’estero? Le precauzioni sanitarie sono d’obbligo

Viaggio all’estero in programma per le prossime settimane, meglio correre ai ripari, se si scelgono mete a rischio, osservando alcune precauzioni sanitarie, che prevedono vaccinazioni & co

da in Benessere, Malattie, Prevenzione, Sistema immunitario, Vaccini, Viaggi
Ultimo aggiornamento:

    vacanze estere precauzione sanitaria

    Tra voli low cost, pacchetti viaggio super scontati, bed & breakfast, campeggi e ostelli sempre più moderni e diffusi, anche il viaggio all’estero, dall’altra parte del mondo, non sembra più così lontano e inaccessibile. Attenzione, però, se la scelta per le prossime vacanze è oltre confine, o addirittura oltre oceano, meglio osservare alcune precauzioni sanitarie, per evitare rischi e brutte sorprese.

    Nel caso in cui la meta prevista per il viaggio all’estero si trovi in un Paese del continente asiatico, africano o sudamericano è sempre meglio informarsi prima della partenza sui possibili rischi e le precauzioni da adottare. Infatti, esistono alcune zone a rischio, che meritano una buona dose di attenzione e di precauzioni sanitarie in più, per non mettere in pericolo la salute.

    Per tutelarsi contro alcune malattie, ancora endemiche e diffuse in determinate aree geografiche, l’alleato più efficace della prevenzione è il vaccino. Grazie alla vaccinazione, che assicura un’immunizzazione attiva, il corpo umano diventa in grado di produrre gli anticorpi necessari per contrastare l’aggressione e l’azione dell’agente responsabile della malattia, perché stimola la risposta corretta del sistema immunitario.

    Per alcuni Stati sono previste vaccinazioni obbligatorie e alcune solo consigliate. Se si rimane nel territorio del Vecchio Continente, in Europa, non sono previste particolari vaccinazioni. Per l’Asia, invece, è richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla e consigliata la profilassi contro la malaria, come per l’Africa. Prima dei viaggi sudamericani, con direzione Venezuela, Messico, Perù o Brasile, è consigliabile sottoporsi alla profilassi contro la malaria.

    324

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereMalattiePrevenzioneSistema immunitarioVacciniViaggi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI