USA: lotta alle assicurazioni sanitarie private

Il presidente degli Stati Uniti, Obama, denuncia pubblicamente il falso intervento delle assicurazioni sulla salute americane, colpevoli di pubblicità ingannatoria

da , il

    Barack Obama USA

    Negli Stati Uniti il presidente Obama denuncia pubblicamente le Assicurazioni sanitarie: uccidono la riforma del sistema salute con un costo sul paese, il presidente democratico assicura che il rinnovo del sistema sanitario statunitense è la priorità per il suo paese, ma ancora non è riuscito a realizzare un progetto che si possa rendere vantaggioso per la nazione, uno dei primi scogli la situazione delle assicurazioni private.

    Una opzione pubblica, con una assicurazione governativa, la riforma sanitaria è vicina alla versione definitiva, secondo quanto annunciato ieri alle radio e alle televisioni del mondo, un sistema diverso da quello attuale che cambierà il volto dell’America.

    Costi sanitari crescenti hanno causato un indebitamento del sistema sanitario americano, le compagnie private hanno giocato un ruolo niente affatto marginale nel creare il problema della dispersione del danaro, facendo bocciare le ipotesi di riforma precedenti.

    Una battaglia diventata guerra dopo che la associazione di categoria America’s Health Insurance Plans ha diffuso un rapporto, lunedì scorso, annunciando che la riforma in approvazione aumenterà il premio assicurativo di chi si affida ai privati, annuncio avvenuto alla vigilia del voto della commissione senatoriale.

    I democratici rispondono con dei dati che dimostrano come invece siano i costi a essere frenati, dichiarando guerra alle compagnie private, accusate di pubblicità ingannevole e lobbista. Secondo Obama gli studi commissionati dalle compagnie private hanno il solo scopo di trarre in inganno il popolo americano, parlando attraverso spot e interviste nelle radio, nelle televisioni e sui giornali.

    Alcune informazioni sono tratte dal sito internet di Reuters

    Le immagini sono tratte da Iris Press