NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Uomini: quelli con più soldi si riconoscono dalla mano

Uomini: quelli con più soldi si riconoscono dalla mano

Una curiosa ricerca ha messo in evidenza che il livello di testosterone nell'utero materno influenza la personalità e la lunghezza delle dita degli uomini

da in Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica, Salute Uomini, Testosterone, Mani
Ultimo aggiornamento:

    uomini mano

    Gli uomini che hanno più soldi si riconoscono dalla mano. È questa la curiosa e interessante conclusione a cui è arrivata una ricerca portata avanti dagli studiosi della Concordia University. Il tutto si spiegherebbe con il livello di testosterone nell’utero della madre, che influirebbe sulla personalità maschile e sulla lunghezza dell’anulare.

    In particolare i ricercatori sono riusciti a scoprire che più lungo è il dito anulare più alta è la probabilità che un uomo sia un lavoratore eccezionale, in grado di guadagnare bene grazie alla sua capacità di gestire al meglio gli affari. Molto meno capaci di rischiare e di essere ambiziosi sono invece gli uomini che hanno l’anulare meno lungo dell’indice. I ricercatori hanno potuto vedere che l’elevato livello di testosterone è associato ad una maggiore capacità di sostenere il rischio nell’ambito sociale, finanziario e ricreativo.

    Le differenze fra uomini e donne non riguardano solo la memoria, ma anche le dita delle mani, che nelle donne non hanno particolari differenze di lunghezza e non mostrano alcun legame specifico con la personalità.

    Uomini e donne quindi non sono accomunati per ciò che riguarda la lunghezza delle dita, ma neanche per ciò che concerne il sudore. Si è visto infatti che gli uomini sudano più delle donne.

    In sostanza l’universo maschile e femminile ci rivelano sempre più sorprese, caratterizzandosi come due mondi sui quali c’è ancora molto da scoprire, soprattutto in merito a ciò che li differenzia. Se abbiamo qualche dubbio sulle sostanze economiche degli uomini, basta solo guardare le loro dita e avremo la risposta che cerchiamo. Perché non provare?

    326

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Primo PianoPsicologiaRicerca MedicaSalute UominiTestosteroneMani
    PIÙ POPOLARI