Udito: 24-30 novembre, Settimana Nazionale contro la Sordità

Udito: 24-30 novembre, Settimana Nazionale contro la Sordità

Sette giorni di informazione e prevenzione, consulenze e visite gratuite, che hanno come protagonista l’udito: ecco la “Settimana nazionale Airs per la lotta alla sordità”

da in Malattie, Orecchio, Prevenzione, Udito
Ultimo aggiornamento:

    Settimana contro la sordità

    E’ un vero e proprio esercito, composto da ben 8 milioni di persone, quello degli italiani che soffrono di problemi di udito, più o meno gravi. Dati poco rassicuranti, quelli relativi allo stato di salute delle orecchie e, soprattutto, dell’udito degli italiani, forniti da un esperto in materia, Giancarlo Cianfrone, presidente dell’Airs, Associazione italiana ricerca sordità Onlus, in occasione dell’imminente “Settimana nazionale Airs per la lotta alla sordità”, prevista dal 24 al 30 novembre.

    Una settimana dedicata all’informazione e alla sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione della sordità: tutta la “Settimana nazionale Airs per la lotta alla sordità” sarà teatro di numerose iniziative in tutto il Bel Paese, eventi, incontri e consulenze gratuite. In particolare, la giornata del 29 novembre sarà tutta dedicata alle visite gratuite.

    Gli specialisti di 250 ospedali distribuiti su tutto il territorio nazionale apriranno le porte delle loro strutture per offrire consulenze gratuite, controlli e visite a tutti gli interessati.

    La fotografia scattata dagli esperti restituisce un quadro poco rassicurante, fatto di dati e numeri su cui riflettere: In Italia, 1 adulto su 7 non ha un udito normale, 1 su 6 è affetto disturbi uditivi, responsabili di difficoltà e limitazioni nella vita quotidiana, 1 su 10 ha evidenziato una perdita uditiva importante, che ha rende necessario l’utilizzo di un apparecchio acustico.

    “La nostra iniziativa nasce da un’accurata analisi dei dati della Giornata 2010 dai quali si evince che solo il 15% delle persone che si sono sottoposte all’esame gratuito dell’udito, ritiene di avere una buona conoscenza del problema sordità, mentre il 51% pensa di avere una preparazione sufficiente e ben il 34% inadeguata; sono dati che fanno riflettere e che ci motivano ad un’azione sempre più articolata sul territorio” ha evidenziato Cianfrone.

    348

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieOrecchioPrevenzioneUdito
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI