Tutto sulle ovaie policistiche: disturbi, esami e rimedi

Tutto sulle ovaie policistiche: disturbi, esami e rimedi

Le ovaie policistiche rappresentano una malattia, la cui conseguenza principale costituita dall'infertilità

da in Esami, Ginecologia, Infertilità, Malattie, Ovulazione, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    ovaie policistiche

    Le ovaie policistiche rappresentano una condizione che si caratterizza per la presenza di ovaie ingrandite e ripiene di diverse cisti. La sindrome dell’ovaio policistico è una causa dell’infertilità femminile. Per questo è opportuno conoscere quali sintomi e quali disturbi comporta il problema, in modo da non arrivare impreparati nel momento in cui si cerca una gravidanza.

    Ovaie policistiche: i disturbi provocati dalla malattia
    ovaie policistiche disturbi
    I disturbi provocati dalle ovaie policistiche sono molti. Innanzitutto come problema principale bisogna ricordare quello dell’infertilità, anche se bisogna specificare che molte donne affette dalla sindrome possono anche essere guarite e in questo modo trovarsi a portare avanti una gravidanza, anche se spesso insorgono delle complicazioni. I sintomi che in genere si trovano sempre in questo tipo di patologia sono costituiti dall’amenorrea, ossia una vera e propria mancanza di mestruazioni, dall’alterazione dei ritmi con cui queste ultime si presentano o dalle perdite di sangue non accompagnate però dalle ovulazioni. Una conseguenza della sindrome dell’ovaio policistico è costituita dall’irsutismo, soprattutto a carico del viso, del petto e dell’addome. D’altronde l’irsutimo facciale non è solo un problema estetico. Anche l’acne può essere allo stesso tempo un sintomo e una conseguenza della malattia. In questo caso si parla in maniera particolare di acne grave, che resiste ad ogni tipo di trattamento. Associato a tutto questo vi è anche il problema della pelle grassa o dalla pelle scura in determinate zone del corpo.

    Ovaie policistiche: le disfunzioni collegate alla patologia
    ovaie policistiche disfunzioni
    Ci sono varie disfunzioni collegate alle ovaie policistiche. Conoscere questi problemi di salute è importante, perché essi sono determinanti per riuscire a scegliere al meglio il trattamento medico. Fra queste disfunzioni possiamo ricordare la sindrome metabolica, il diabete, l’insulino-resistenza, l’obesità, che molte volte finisce con il configurarsi come una vera disabilità, i problemi cardiovascolari, le apnee ostruttive nel corso del sonno, le quali sono piuttosto pericolose, visto che è stato dimostrato che le apnee notturne sono in grado di ridurre la materia grigia del cervello.

    Ovaie policistiche: gli esami da eseguire
    ovaie policistiche esami
    La diagnosi delle ovaie policistiche si basa essenzialmente sulla considerazione dei sintomi e sulla visita medica della paziente. Molto importante è anche l’analisi del quadro clinico generale e dell’anamnesi familiare. Sulla base di questi dati si può procedere ad effettuare delle analisi del sangue, che avranno lo scopo di individuare le concentrazioni nel sangue di una serie di fattori: gli ormoni femminili, gli ormoni maschili, il glucosio, gli elementi che indicano la funzionalità della tiroide, la prolattina e la proteina che lega gli ormoni sessuali. Molto importante è anche il ricorso all’ecografia delle ovaie.

    Ovaie policistiche: le cure e i rimedi a cui ricorrere
    ovaie policistiche rimedi
    Per quanto riguarda le cure e rimedi per le ovaie policistiche è essenziale sottolineare che occorre un cambiamento nello stile di vita. In questo senso non si deve dimenticare di incentivare l’attività fisica, portare avanti una dieta e cercare di perdere i chili di troppo. Esistono poi una serie di farmaci, ciascuno dei quali è dedicato a risolvere un determinato aspetto della malattia. Gli antiandrogeni per esempio intendono ridurre la produzione di androgeni e quindi ridurre anche l’acne e l’irsutismo. Contro la peluria eccessiva, soprattutto quella del viso, si può usare l’eflornitina, di solito nella formulazione in crema. I retinoidi, gli agenti antibatterici e gli antibiotici possono essere utili per trattare l’acne e la produzione eccessiva di serbo da parte della pelle. Si impiegano spesso anche farmaci per migliorare la risposta del corpo all’insulina e far scendere così il livello di zuccheri nel sangue.

    Se volete saperne di più sulle ovaie policistiche e sulle conseguenze a cui esse possono portare, potete leggere anche gli articoli che seguono:

    Infertilità femminile: dagli Usa ovaio artificiale
    Infertilità femminile: un ormone potrebbe risolverla
    Fertilità: nelle donne diminuisce dopo i 30 anni
    Peli in eccesso nella donna: come affrontare l’irsutismo
    Perdita dei capelli: non raro l’alopecia nelle adolescenti

    976

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EsamiGinecologiaInfertilitàMalattieOvulazioneSalute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI