Tumori: ottobre, mese della prevenzione oncologica

ANT scende in campo nella lotta ai tumori, puntando sull’importanza della prevenzione: ottobre è il mese della prevenzione oncologica, con consulenze gratuite e raccolte fondi in tutta Italia

da , il

    Il mese della prevenzione oncologica

    A ottobre comincia la stagione della prevenzione oncologica, grazie all’iniziativa della Fondazione ANT Italia Onlus, che offrirà a tutti i cittadini interessati un servizio di ascolto nazionale. Gli esperti dell’associazione, specializzati in oncologia, saranno a disposizione per fornire informazioni, chiarire dubbi e rispondere a domande sulla prevenzione dei tumori.

    Un oncologo pronto a dare il sostegno che serve, il consiglio e l’informazione che manca: ecco quanto prevede l’iniziativa ANT per questo mese di ottobre. Basta chiamare il numero verde della Fondazione, 800 92 92 03, attivo tutti i giorni, dalle 10.00 alle 12.00, e ogni lunedì, mercoledì e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00, per avere la consulenza gratuita di un oncologo.

    Un servizio per i cittadini e con i cittadini, contro i tumori, per sensibilizzare, nel segno della prevenzione e dell’informazione, che è raso possibile anche dalla campagna di raccolta fondi “Ciclamini della Solidarietà ANT”, presente a partire dal mese di settembre in molte piazze d’Italia, che culminerà nelle date nazionali di sabato 22 e domenica 23 ottobre e proseguirà per tutto il mese.

    I fondi raccolti con la vendita dei ciclamini saranno devoluti anche a venti Ospedali Domiciliari Oncologici (ODO-ANT), presenti in nove regioni italiane, e per sostenere gli altri progetti di Prevenzione portati avanti dalla Fondazione.

    “La Fondazione ANT autofinanzia se stessa grazie alle campagne di raccolta fondi. Il mese della prevenzione oncologica è solo uno dei tantissimi servizi che fanno parte del nostro più ampio Progetto Eubiosia, volto a migliorare la qualità della vita dei Sofferenti. Nei progetti futuri di ANT la prevenzione affiancherà sempre più le attività di assistenza domiciliare, in ognuna delle zone d’Italia dove siamo presenti, con ambulatori dedicati e campagne specifiche” ha osservato Raffaella Pannuti, Presidente ANT.