Tumori: la tassa sul fumo piace ai giovani

Tumori: la tassa sul fumo piace ai giovani

Tassa sul fumo come prevenzione per il cancro: un sonsaggio estemporaneo fatto all'ESMO trova favorevole l'80% dei giovani

da in Fumo, In Evidenza, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Non poteva certo passare sotto silenzio la proposta, fatta in questi giorni dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) durante il Congresso Europeo ESMO, di imporre una tassa di un euro su ogni pacchetto di sigarette e ogni seduta abbronzante. Ma che cosa ne pensano i cittadini?

    Proprio ieri noi di Tantasalute abbiamo parlato di questa “tassa sulla salute” volta a favorire la prevenzione dei tumori che trovano nel fumo e nell’abuso delle lampade solari uno tra i maggiori fattori di rischio. E subito la polemica si è accesa, soprattutto per quanto riguarda la tassa sul fumo: non manca chi, infatti, giudica questa misura solo un ennesimo tentativo di prendere i soldi ai cittadini e ne mette in discussione l’efficacia.

    Ogni malato di cancro al polmone costa al sistema 200 mila euro una cifra che si potrebbe ridurre investendo di più in prevenzione. E precedenti esperienze internazionali dimostrano come rincarare il costo del “vizio” sia la maniera più efficace per ridurre il numero di chi vi “cede”” commenta il professor Carmelo Iacono, presidente AIOM.

    Anche i promotori della tassa hanno pensato di verificare l’appeal di questa proposta con un sondaggio estemporaneo condotto su 300 ragazzi, intervistati nella giornata di ieri per le strade di Milano, tutti under 25. E il risultato è in un certo senso sorprendente: l’80% degli interpellati, quindi 8 giovani su 10, si dicono favorevoli a sborsare un euro extra per ogni pacchetto di sigarette acquistato o per ogni seduta abbronzante.

    Viene da credere che tra i giovani intervistati vi fossero ben pochi fumatori e pochi fruitori di abbronzatura artificiale. Ma sembra, invece, che molti fumatori si siano dichiarati favorevoli.

    “È un segnale incoraggiante, che indica che abbiamo colto nel segno. Per questo la nostra Società scientifica si rivolge ai giovani, anche con i loro strumenti” commenta Iacono. Infatti, chi vuole sostenere la proposta della tassa sulla salute dell’AIOM può inviare una mail di sostegno (l’indirizzo è aiomnews@intermedianews.it) o cliccare su youtube sul video realizzato per l’occasione (lo stesso che trovate qui sopra), che mostra alcuni dei giovani interpellati durante il sondaggio. “La petizione verrà poi portata ufficialmente in sede Istituzionale” assicura il presidente.

    E voi come la pensate? Continuate a lasciare i vostri commenti, favorevoli o meno che siano, sulla proposta dell’AIOM.

    444

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FumoIn EvidenzaTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI