Tumori: domande sul veleno di scorpione come antitumorale

Tumori: domande sul veleno di scorpione come antitumorale

Negli ultimi tempi abbiamo sentito parlare spesso di una sostanza “miracolosa”estratta dal veleno di uno scorpione presente nell’Isola di Cuba, che ha effetti antitumorali

da in Antitumorali, Dolore, Malattie, Primo Piano, Terapie Alternative, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    tumori scorpione antitumorale

    Negli ultimi tempi si è sentito parlare spesso di una sostanza, contenuta nel veleno di una specie di scorpione, usata come antitumorale. Il farmaco, chiamato Vidatox o Escozul, viene estratto dal veleno di uno scorpione che vive nell’isola di Cuba. Da quando si è venuti a conoscenza del probabile effetto terapeutico di questa sostanza tantissime persone si sono recati a Cuba per trovare una soluzione alla loro patologia.

    Ci sono pro e contro che caratterizzano questa sostanza, i pro sono sicuramente il fatto che sia gratuita, e non c’è riscontro di effetti collaterali; i contro rappresentano la mancanza di pubblicazioni scientifiche internazionali. Secondo l’oncologo Carlo Pastore, dopo aver analizzato e monitorato alcuni suoi pazienti, che avevano assunto il Vidatox, non ci sono al momento effetti collaterali gravi (tranne in alcuni come nausea o annebbiamento della vista al momento della somministrazione), mentre si ha un miglioramento delle condizioni fisiche e una riduzione del dolore.

    Da alcuni esami, effettuati su questi pazienti, si è visto una riduzione della massa tumorale, associato anche all’ipertermia, da qui ulteriori accertamenti.

    Bisognerebbe essere seguiti e monitorati da specialisti, nel caso in cui sopraggiunga una sintomatologia improvvisa; ricordarsi e tenere bene a mente di non acquistare il farmaco da nessuno, perché è gratis. È necessario contattare la casa farmaceutica di Cuba per poterlo reperire.

    277

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntitumoraliDoloreMalattiePrimo PianoTerapie AlternativeTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI