Tumori: casi in famiglia non sempre certi

Tumori: casi in famiglia non sempre certi

Uno studio americano ha sottolineato che durante le consulenze oncologiche i pazienti non danno delle risposte certe e sicure sui probabili casi di tumore familiari

da in News Salute, Prostata, Ricerca Medica, Tumore al seno, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    tumori casi famiglia

    I casi di tumore in famiglia non sempre sono certi. Infatti, in quasi tutte le consulenze oncologiche vengono richiesti al paziente altri casi di neoplasia nell’albero genealogico. La ricerca, oltre ai parenti prossimi, viene estesa anche quelli più lontani. Il problema è che durante i colloqui, sarà la preoccupazione e sicuramente il pensiero da tutt’altra parte, le risposte non sono sempre certe e attendibili.

    Questo è quanto riscontrato da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori americani, su circa 1.019 volontari. A questi ultimi sono stati richiesti se si ricordavano casi di tumore nelle proprie famiglie, per quanto riguardava sia la parentela di primo grado che di secondo. Le risposte sono state poi confrontate con i dati memorizzati nei vari database.

    Il risultato dello studio ha sottolineato come le risposte non siano sicure e certe, ma che ci sia molta incertezza. Risultano più chiare e maggiormente affidabili quando si tratta di parenti prossimi e di casi di tumore al seno, al polmone, ma sicuramente si entra nell’incertezza quando si parla di neoplasia alla prostata o al colon-retto.

    È anche vero che riscontrare e sottolineare, durante la consulenza oncologica, altri casi di tumore, aiuta gli specialisti ad eseguire una possibile diagnosi precoce. Anche perché la presenza di più casi all’interno dell’albero genealogico, di uno stesso tumore, dovrebbe spingere i parenti ad eseguire i test e gli esami clinici specifici per poter escludere la probabile patologia. Sottolineiamo probabile in quanto la persona può essere predisposta a quella particolare neoplasia, ma non per questo è destinato ad ammalarsi.

    326

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteProstataRicerca MedicaTumore al senoTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI