NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Tumori: accesso alle terapie difficoltoso per gli adolescenti

Tumori: accesso alle terapie difficoltoso per gli adolescenti

L’Associazione italiana di oncologia pediatrica ha sottolineato ed esposto un problema attuale: gli adolescenti non hanno accesso alle terapie innovative antitumorali

da in Adolescenti, Antitumorali, In Evidenza, News Salute, Terapie, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    tumori terapie adolescenti

    Gli adolescenti hanno decisamente più problemi ad accedere alle terapie contro i tumori. Questo è, purtroppo, una realtà, perché si trovano in una fascia di età particolare: non sono bambini, quindi non rientrano nella pediatria oncologica, e non sono ancora adulti, e non rientrano nelle classiche terapie antitumorali. Il problema è che sono sempre di più i giovani affetti da neoplasie.

    Secondo le statistiche, sono circa 1000 i giovani (dai 15 ai 19 anni) italiani, che sono affetti da neoplasie; dei quali solo il 10% riesce ad accedere ad un centro e, quindi, a visite specialistiche innovative. Questi dati si devono al lavoro eseguito dall’Associazione Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica (Aieop) e pubblicato sull’European Journal of Cancer. Quest’Associazione ha mosso ed evidenziato il problema per ottenere un documento che a livello istituzionale e locale riesca a risolvere tale problema.

    Gli adolescenti hanno bisogno e diritto di essere curati in centri di eccellenza.

    Secondo il dottor Ferrari, oncologo pediatra dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano e autore della ricerca, il motivo base di questo problema è una partecipazione ridotta, ai protocolli clinici dell’oncologia pediatrica, degli adolescenti. Da qui una diminuzione all’accesso delle terapie antitumorali, con tutti i problemi che ne conseguono.

    261

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiAntitumoraliIn EvidenzaNews SaluteTerapieTumori
    PIÙ POPOLARI