Tumore prostata: scoperto il ruolo degli ormoni maschili

Tumore prostata: scoperto il ruolo degli ormoni maschili

Il tumore alla prostata è causato anche dalla presenza degli ormoni maschili, che influenzano i geni responsabili della comprsa del cancro prostatico, favorendo lo sviluppo della malattia

da in Ormoni, Ricerca Medica, Tumore alla prostata, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Ormoni maschili coinvolti nel tumore alla prostata

    Il tumore alla prostata, una delle forme tumorali maschili più diffuse, potrebbe avere nuovi responsabili tutti “maschili”. Infatti, dai risultati di una recente ricerca in materia, condotta da un team di studiosi britannici, sembra proprio che nella comparsa e nello sviluppo del cancro alla prostata svolgano un ruolo da non sottovalutare gli ormoni caratteristici degli uomini, noti come androgeni.

    I ricercatori d’oltremanica, dell’Institute of Cancer della Queen Mary University di Londra, sembrano non avere più dubbi in proposito: gli ormoni maschili svolgerebbero un vero e proprio ruolo chiave, da protagonisti, nell’insorgenza e nello sviluppo del cancro alla prostata.

    Nello studio, pubblicato sulle pagine dell’autorevole rivista scientifica Cancer Research, si evidenzia l’influenza che gli ormoni androgeni svolgono nei confronti di alcuni geni particolari, responsabili della comparsa del cancro prostatico. Secondo i ricercatori britannici sarebbero proprio gli ormoni e l’esposizione alla loro influenza a favorire la fusione dei geni, in condizioni normali distanti tra loro.

    Sono due i geni, in particolare, dalla cui fusione, si scatena il processo cancerogeno: i geni ‘TMPRSS2′ ed ‘ERG’ si fondono, grazie all’azione degli ormoni, e alimentano lo sviluppo del tumore.

    “Questa è una scoperta significativa e un importante passo avanti nella prevenzione futura della malattia. Potrebbe anche portare a nuovi trattamenti. Se impareremo a controllare e a gestire i livelli di androgeni, c’è un’importante possibilità di essere in grado di aiutare migliaia di uomini, specialmente quelli noti per avere un alto rischio per via di una storia familiare di tumore della prostata, a impedire lo sviluppo del cancro” ha sottolineatoYong-Jie Lu, il coordinatore dello studio.

    344

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN OrmoniRicerca MedicaTumore alla prostataTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI