Tumore osseo: un aiuto dalla protesi intelligente

Tumore osseo: un aiuto dalla protesi intelligente

Al Policlinico Gemelli di Roma, è stato impiantata una protesi “intelligente”su un bambino di undici anni affetto da osteosarcoma, tumore osseo, al femore della gamba destra

da in Cancro, Gambe, Malattie, News Salute, Ossa, Primo Piano, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    tumore osseo protesi

    Al Policlinico Gemelli di Roma, è stata impiantata una protesi “intelligente” su un bambino di 11 anni, affetto da un tumore osseo, l’osteosarcoma, al femore della gamba destra. Questa patologia è un tumore maligno che colpisce l’osso, in particolare quelle lunghe intorno al ginocchio. È una malattia che rappresenta il 20-25% dei tumori alle ossa tra i minori di 18 anni.

    Perché protesi intelligente? È un impianto in titanio rivestito in nitruro di titanio dotato di modulo di allungamento. Quest’ultimo conferisce alla protesi la capacità di allungarsi, di crescere insieme al resto del corpo, con il risultato che le gambe avranno la stessa identica lunghezza. Il modulo, interno alla protesi, è costituito da un dispositivo che viene attivato e regolato all’esterno dal medico o dal paziente. La regolazione avviene grazie ad un ricevitore sottocutaneo, collegato al dispositivo.

    L’intervento è stato eseguito presso il Policlinico Gemelli di Roma; sino ad ora sono sette le protesi di questo tipo impiantate in Italia. Grazie a questa protesi, descritta anche dal dottor Giulio Maccauro, responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Ortopedica, si potranno evitare gli interventi standard, che prevedono anche l’amputazione della gamba, o l’impianto di una protesi estendibile caratterizzato da viti.

    259

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CancroGambeMalattieNews SaluteOssaPrimo PianoTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI