Tumore occhi: scoperta cura per il retinoblastoma

Tumore occhi: scoperta cura per il retinoblastoma

Un nuovo trattamento, che si basa su una tecnica di chemioterapia selettiva in arteria oftalmica, potrebbe essere la cura efficace contro il retinoblastoma, un tumore che colpisce molti bambini

da in Cancro, News Salute, Occhi, Ricerca Medica, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Nuova cura per il retinoblastoma

    Il retinoblastoma è una delle forme tumorali, che colpisce l’occhio, più diffusa tra i soggetti più indifesi della popolazione, i bambini. In un centro d’eccellenza tutto italiano è stata messa a punto, con risultati che promettono davvero bene, un nuovo trattamento per la cura di questo tumore: un gruppo di specialisti e ricercatori di Siena ha condotto la sperimentazione, con notevole successo, guarendo ben il 60% dei piccoli coinvolti.

    Proprio così, i dati sono davvero incoraggianti, perché grazie alla sperimentazione degli esperti senesi, che ha coinvolto 38 bambini, ben il 60% di loro è guarito con successo dal retinoblastoma, uno dei tumori infantili più frequenti, scongiurando le possibili conseguenze negative e le complicazioni a carico degli occhi.

    Un risultato davvero sosprendente che potrebbe dare nuove speranze di guarigione alle migliaia di bambini colpiti da questa forma tumorale, raggiunto grazie ai ricercatori senesi, alla collaborazione della dottoressa Doris Hadjistilianou, responsabile del centro retinoblastoma dell’Unita’ operativa di Oftalmologia, e del dottor Carlo Venturi, direttore di Neuroimmagini e Neurointerventistica del policlinico universitario delle Scotte, con il valido e prezioso supporto scentifico di un’equipe multidisciplinare, composta da diversi specialisti, pediatri, genetisti, patologi, biochimici e neuroradiologi.


    “Si tratta di una nuova opportunità terapeutica che si aggiunge a quelle tradizionali e che può permettere di evitare l’enucleazione dell’occhio attraverso una tecnica di chemioterapia selettiva in arteria oftalmica, eseguita dal neurointerventista e che abbiamo studiato presso lo Sloane Kettering Centre di New York. Prima dell’intervento i pazienti vengono accuratamente selezionati, in base alle caratteristiche cliniche della malattia, dall’oculista” ha osservato la dottoressa Hadjistilianou.

    332

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CancroNews SaluteOcchiRicerca MedicaTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI