Tumore alla prostata: le noci benefiche

Tumore alla prostata: le noci benefiche

Secondo una ricerca dell’American Chemical Associationd di San Francisco parrebbe che in qualche modo a rallentare la crescita del tumore alla prostata provveda il consumo di noci

da in Alimentazione, Malattie, Tumore alla prostata, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    noci

    Il tumore alla prostata, un problema sicuramente non da poco, anche se occorre tuttavia fare una distinzione, il tumore benigno alla prostata causa generalmente di ipertrofia prostatica è una patologia quasi ineluttabile dell’uomo dopo una certa età e non presenta particolari problemi; nel caso che andremo a vedere invece parliamo di quei tumori maligni, ad esempio, i carcinomi della ghiandola prostatica.

    Secondo una ricerca dell’American Chemical Associationd di San Francisco parrebbe che in qualche modo a rallentare la crescita del tumore alla prostata provveda il consumo di noci. Gli esperimenti sono stati condotti su cavie alle quali sono state somministrate noci in quantitativi che fossero compatibili con l’alimentazione umana; ebbene, se gli esperimenti effettuati sugli animali fossero trasferibili anche in umana, si sarebbe assistito ad un maggior controllo del tumore della prostata anche nel maschio dell’uomo.

    I ricercatori hanno nutrito cavie geneticamente modificate per sviluppare il tumore alla prostata con l’equivalente di 70 grammi di noci al giorno per l’uomo.

    Dopo 18 settimane la crescita del tumore risultava minore del 30-40 per cento rispetto al gruppo di controllo, e nel sangue dei topi sono stati trovati livelli molto piu’ bassi di una proteina (Igf-1) associata allo sviluppo di questo tipo di cancro. A questo punto si tratta di reinquadrare al meglio questo prezioso frutto della natura, quale di fatto sono le noci e così si allarga il campo di azione di quest’ultime, non soltanto nel ruolo di contrasto delle malattie neoplastiche, come avvenuto con il cancro della prostata, ma anche nel ruolo protettivo già noto che le noci avrebbero nei confronti delle malattie cardiovascolari.

    304

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneMalattieTumore alla prostataTumori
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI