Tumore alla prostata: il pomodoro aiuta la prevenzione

Tumore alla prostata: il pomodoro aiuta la prevenzione

Uno studio svolto in Italia mette in evidenza che il pomodoro cotto per intero può essere efficace nella prevenzione del tumore alla prostata

da in Alimentazione, Infiammazioni, Prevenzione, Ricerca Medica, Tumore alla prostata, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    pomodoro prevenzione

    Il pomodoro ha delle proprietà importanti che lo rendono efficace nella prevenzione del tumore alla prostata. Lo hanno reso noto i risultati di uno studio molto interessante, che è stato condotto dal Centro Scienze dell’Invecchiamento dell’Università di Chieti, avvalendosi della collaborazione dell’Università “Federico II” di Napoli.

    Il segreto per utilizzare al meglio queste proprietà benefiche a vantaggio del nostro organismo risiederebbe nel cuocere il pomodoro intero, non scartando neppure la buccia. In questo modo il processo di prevenzione risulta molto più efficace rispetto a quello che viene messo in atto se si consumano soltanto alcuni componenti del pomodoro, come ad esempio il licopene. Il pomodoro cotto per intero è in grado di ridurre lo sviluppo del tumore alla prostata e tutti quei processi infiammatori che sono coinvolti nell’insorgenza della malattia.

    I ricercatori sono giunti a questa conclusione, effettuando degli specifici esperimenti sui topi da laboratorio.

    Hanno potuto riscontrare che gli animali che avevano seguito una dieta a base di pomodoro ne avevano tratto importanti benefici. Questi consistono nel fatto che il tumore porta avanti un’evoluzione più lenta, si instaura nell’organismo una maggiore attività antiossidante e si può riscontrare un livello meno elevato di marcatori dell’infiammazione.

    Bisogna ricordare in ogni caso che esistono anche altri alimenti ricchi di nutrienti che possono essere utilizzati in modo efficace contro il tumore alla prostata: tè verde, melagrana, soia. In particolare molto utili sono la vitamina D, la vitamina E e il selenio.

    314

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneInfiammazioniPrevenzioneRicerca MedicaTumore alla prostataTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI