Tumore al seno: il ruolo delle cellule staminali tumorali

Tumore al seno: il ruolo delle cellule staminali tumorali

Secondo i ricercatori capitanati da Pier Paolo di Fiore e Pier Giuseppe Pelicci, le cellule staminali del tumore stesso sarebbero l’indicatore dell’aggressività della neoplasia, ma c’è di più, proprio queste cellule staminali potrebbero rappresentare un utile indicatore non solo riguardo al livello della malattia in fatto di aggressività, ma anche essere un predittore della malattia stessa

da in Cellule Staminali, Malattie, Ricerca Medica, Tumore al seno, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Nuova-ricerca-sulle-staminali-per-la-cura-del-tumore-al-seno

    L’aggressività del tumore al seno sarebbe determinata dal numero di cellule staminali che determinano l’aggressività della malattia, almeno secondo quanto afferma un team di scienziati dell’Istituto Firc di oncologia molecolare (Ifom), dell’Istituto europeo di oncologia e dell’Universita’ degli Studi di Milano.

    Secondo i ricercatori capitanati da Pier Paolo di Fiore e Pier Giuseppe Pelicci, le cellule staminali del tumore stesso sarebbero l’indicatore dell’aggressività della neoplasia, ma c’è di più, proprio queste cellule staminali potrebbero rappresentare un utile indicatore non solo riguardo al livello della malattia in fatto di aggressività, ma anche essere un predittore della malattia stessa.

    In ambito alle cure della grave patologia, la stessa chemioterapia potrebbe essere influenzata dal numero e dallo stato delle cellule staminali che influenzano l’aggressività della malattia e l’aspettativa di vita rimasta al paziente stesso.

    Gli scienziati, per la loro ricerca, sono partiti dallo studio delle cellule staminali normali. Dopo averne isolate una quantita’ sufficiente le hanno paragonate alle staminali tumorali, e hanno riscontrato in queste ultime la vera causa del tumore. Hanno inoltre visto che piu’ queste sono numerose, piu’ danno origine a tumori aggressivi e con prognosi peggiore.

    ‘Le ricadute pratiche della nostra scoperta – spiega Di Fiore – potrebbero essere molto importanti. Da un lato, per caratterizzare meglio l’aggressivita’ dei tumori al seno, al fine di stabilire l’orientamento terapeutico piu’ adatto.

    Lo studio clinico assume maggiore valenza se consideriamo la possibilità che tali cellule staminali siano impiegati quali bersagli terapeutici per i futuri farmaci utilizzati al fine di contrastare la malatti.. Lo studio e’ stato condotto grazie al sostegno dell’Associazione italiana ricerca cancro (Airc), dal Ministero della ricerca, dalla Comunita’ europea e da diverse fondazioni.

    328

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cellule StaminaliMalattieRicerca MedicaTumore al senoTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI