Trigliceridi alti: cause da ricercarsi nel codice genetico

Trigliceridi alti: cause da ricercarsi nel codice genetico

Secondo un recente studio pubblicato su Nature Genetics, la causa dell'ipertrigliceridemia sta nel codice genetico, ossia in una serie di alterazioni messe alla rinfusa nel DNA

da in Dieta, DNA, Malattie cardiovascolari, Obesità, Ricerca Medica, Trigliceridi
Ultimo aggiornamento:

    trigliceridi

    La ricerca sulle cause dell’ipertrigliceridemia, è stata portata avanti da un team di studiosi del Robarts Research Institute dell’Università del Western Ontario. Tale studio ha condotto ad una risposta più che plausibile: i trigliceridi alti dipenderebbero da un assortimento genetico, cioè: nel codice genetico o DNA delle persone affette da tale patologia vi sarebbero una serie di mutazioni o variazioni genetiche messe alla rinfusa in varie parti del DNA. Infatti la causa dell’ipertrigliceridemia è da ricercare proprio nel codice genetico dei pazienti, che si contraddistingue per una serie di caratteristiche da quello delle persone sane.

    Lo studio pubblicato su Nature Genetics e condotto dal dottor Robert Hegele, sarà un punto di riferimento molto importante per lo studio di trattamenti migliori contro la patologia. Terapie utili per moltissime persone, dato il numero sempre più elevato di pazienti che soffrono di malattie dismetaboliche.

    Sentiamo spessissimo parlare e dare consigli sull’importanza di tenere sotto controllo i grassi del sangue con la dieta e con le attuali terapie. Tutto questo clamore è dato dalla pericolosità di tali sostanze nel sangue.

    Un aumento dei livelli di trigliceridi nel sangue accresce il rischio di incorrere in malattie cardiovascolari e ictus, patologie strettamente correlate all’obesità, diabete di tipo 2 (la forma più comune di diabete ed è caratterizzato da disordini dell’azione e della secrezione insulinica; i soggetti affetti da tale malattia non hanno bisogno dell’azione insulinica per la sopravvivenza), e pancreatite (processo infiammatorio, acuto o cronico, a carico del pancreas). Data l’importanza della ricerca di una terapia mirata nei confronti di tale patologia, speriamo che al più presto gli studi portino a dei risultati concreti e durevoli.

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DietaDNAMalattie cardiovascolariObesitàRicerca MedicaTrigliceridi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI