Trapianti: per la prima volta quello facciale completo

Trapianti: per la prima volta quello facciale completo

In Spagna a Barcellona è stato eseguito per la prima volta un trapianto facciale completo

da in Interventi Chirurgici, News Salute, Primo Piano, Trapianti
Ultimo aggiornamento:

    medici interventi

    In Spagna, all’ospedale “Vall d’Hebron” di Barcellona, è stato eseguito per la prima volta un trapianto facciale completo. Si tratta di un’operazione particolare che si distingue per il fatto di caratterizzarsi per il suo aspetto straordinario. Ad un ragazzo infatti sono stati trapiantati pelle, mascelle, mento, naso, guance, denti e muscoli.

    Il paziente in questione aveva riportato grossi danni alla faccia cinque anni fa in un incidente. Il soggetto di trent’anni si trovava in una condizione davvero molto grave. Non aveva più né il naso né la bocca e il deturpamento che aveva riportato non era affatto un elemento facile da risolvere mediante gli strumenti messi a disposizione dalla chirurgia. L’intervento eseguito ha richiesto la durata di ventiquattro ore per essere eseguito, ma si è caratterizzato per la sua eccezionalità.

    I medici hanno infatti fatto sapere che fino a questo momento non erano mai stati eseguiti trapianti di questo genere. Gli altri simili che sono stati messi in atto hanno riguardato per lo più operazioni di ricostruzione facciale a livello parziale.

    I progressi in questo senso quindi si stanno facendo sentire in maniera irrefrenabile.

    Ci sono voluti trenta medici per eseguire l’intervento e l’intera squadra è stata guidata da Joan Pere Barret. Gli esperti hanno riconosciuto l’importanza dell’intervento e hanno spiegato che l’aspetto del ragazzo sottoposto al trapianto è diverso da quello precedente, ma non assomiglia a quello del donatore. Più che altro si tratta di lineamenti che appaiono come un’integrazione fra i due aspetti, quello del paziente e quello del donatore.

    Immagine tratta da: chirdurante.it

    357

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Interventi ChirurgiciNews SalutePrimo PianoTrapianti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI