Tradimento: i suoi legami con la sofferenza

Tradimento: i suoi legami con la sofferenza

Una ricerca statunitense prova che esiste un legame tra malessere psicologico e tradimento e che chi sta male tende a tradire più facilmente

da in Benessere, Cervello, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    tradimento

    Subire un tradimento è di certo una situazione difficile da affrontare, perché l’infedeltà provoca sofferenza in chi vede il proprio partner dedicare attenzioni ad un’altra persona. D’altronde il fenomeno dell’infedeltà è piuttosto complesso e spesso capita che ad affrontarne le conseguenza in termini di sofferenza non è solo la persona tradita, ma anche quella che commette il tradimento. I ricercatori della “Florida State University” hanno voluto capirne di più sul tradimento mettendosi dalla parte dei traditori.

    I ricercatori hanno condotto due studi e hanno pubblicato i risultati su “Personality and Social Psychology Bulletin”. Il primo studio ha coinvolto 290 studenti con un’età media di 19 anni e con relazioni sentimentali di circa un anno e mezzo. I soggetti hanno dovuto rispondere ad un questionario, per valutare il loro grado di benessere psicologico. Ne è emerso che coloro che tradivano erano più esposti all’angoscia rispetto a coloro che erano fedeli.

    La sofferenza e l’angoscia erano più acute se il partner era a conoscenza del tradimento, ma ignorava molti dettagli riguardo ad esso. In effetti in casi di questo genere è difficile riuscire a comprendere fino in fondo se è l’infedeltà a causare la sofferenza o se accade il contrario, cioè se è proprio una condizione di sofferenza a determinare il tradimento.

    Per questo i ricercatori hanno condotto un ulteriore studio che ha interessato altri giovani che presentavano le stesse caratteristiche del primo gruppo preso in esame.

    A distanza di un mese i ragazzi sono stati sottoposti ad un test, per verificare la qualità della loro relazione, il loro benessere psicologico e i tradimenti eventualmente commessi.

    Ne è risultato che il 14 % dei soggetti nel periodo di tempo preso in considerazione aveva tradito il partner e che chi era soggetto a un certo malessere psicologico aveva più probabilità di dimostrarsi infedele nel mese successivo. Forse allora il tradimento è una sorta di rimedio per migliorare la propria condizione emotiva.

    Immagine tratta da: www.atlanticainvestigazioni.it

    385

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloPsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI