by

Tracheite: sintomi da riconoscere e cure da adottare

    tracheite sintomi cure La tracheite presenta dei sintomi ben precisi che devono essere oggetto della nostra attenzione, per poter badare al meglio al nostro benessere generale e per potere intraprendere il giusto percorso terapeutico, in modo da risolvere il più presto possibile il malessere provocato dalla malattia. In presenza di determinate manifestazioni sintomatologiche è bene rivolgersi al medico.
    Irritazione e bruciore

    I sintomi della tracheite, specialmente nella fase iniziale della patologia, sono rappresentati da un’irritazione e dal bruciore alla gola. Si deve specificare che questi sintomi tendono a diventare più accentuati, nel caso in cui si trascorrono molte ore a parlare o se si passa molto tempo in ambienti chiusi e piuttosto ricchi di polvere. In genere la sensazione di solletico alla gola si accentua soprattutto nelle ore finali della giornata.

    Gli altri sintomi

    Ma ci sono anche altri sintomi che vengono riscontrati: tosse, di solito secca, una sensazione di indolenzimento che interessa la parte retrosternale del nostro corpo e gli alti e bassi della temperatura corporea. Nel caso in cui l’infiammazione riguardi anche i bronchi, si possono riscontrare come sintomi anche un senso di oppressione al torace e dei rantoli che interessano la respirazione. Spesso si ha la presenza contemporanea di tracheite e bronchite e in alcuni casi, a causa dell’estensione dell’infiammazione, si possono manifestare altri sintomi, come la febbre, la tosse produttiva e le difficoltà respiratorie, che indicano casi decisamente più difficili da affrontare.

    Le regole generali

    Per quanto riguarda le cure della tracheite, si devono seguire delle regole generali che sono molto importanti, per non peggiorare le condizioni di salute. Si dovrebbero evitare i locali chiusi, si dovrebbero evitare gli ambienti affollati e il fumo è totalmente da mettere da parte.

    I farmaci

    I farmaci impiegati nella cura della tracheite sono in genere gli antibiotici e i cortisonici. Frequente è il ricorso all’aerosol e a volte il medico può suggerire di servirsi di inalazioni a base di sostanze antisettiche, in grado anche di agire contro la congestione. È da ricordare che naturalmente gli antibiotici vanno presi sotto stretto controllo medico, per evitare eventuali conseguenze ed effetti collaterali che la somministrazione di questi farmaci può comportare. Per gli antibiotici è essenziale un utilizzo consapevole. Lo stesso vale per il cortisone. Molto importante è anche il riposo e il bere molti liquidi caldi. Per evitare l’insorgenza di complicazioni, nel caso dell’influenza 2011 si dovrebbe badare a difendersi dalle infezioni batteriche.