Tonsillectomia: non più interventi in day hospital

da , il

    Tonsillectomia

    Dura presa di posizione dell’Istituto Superiore della Sanità che si esprime contro l’inveterata abitudine ormai entrata quasi nella consuetudine di intervenire chirurgicamente sui bambini di tonsillectomia in day hospital. Ciò non perché, improvvisamente, si sarebbe notato un nuovo pericolo afferente all’intervento stesso di asportazione di tonsille e spesso di adenoidi, ma perché, proprio perché si tratta pur sempre di un intervento chirurgico non si può definirlo del tutto scevro da controindicazioni; tutt’altro, si pensi al paio di bambini che ogni anno perdono la vita per le complicazioni da quest’operazione.

    Ne consegue che di fronte ad un intervento del genere non si può immaginare la situazione di un bambino che trascorra la prima notte a casa propria dove ogni eventuale manovra di urgenza, qualora se ne presentasse l’esigenza, sarebbe del tutto ritardata.

    Ecco dunque che l’eminente Istituto di Sanità ha previsto che dopo un intervento chirurgico di tonsillectomia il piccolo paziente che l’abbia subito sia trattenuto per una notte in reparto, mentre due notti di degenza saranno richiesti per quei bambini in tenerissima età, soprattutto a quelli affetti da altre patologie, in special modo bambini che soffrano di quelle malattie ostruttive del sonno.