Tomatillo: proprietà, benefici e controindicazioni

Tomatillo: proprietà, benefici e controindicazioni
da in Mangiar Sano

    Tomatillo

    Il tomatillo è il frutto di una pianta dalle numerose proprietà, in grado di apportare molti benefici alla salute del nostro organismo. Questo prezioso frutto ha, però, alcune controindicazioni a cui prestare un po’ di attenzione. Utilizzato in molte ricette in cucina, il tomatillo – il nome scientifico della pianta è Physalis Philadelphica, appartenente alla famiglia delle Solanacee – è un ortaggio originario dell’America – in special modo, del Messico – esteticamente simile ai pomodori verdi e che è possibile reperire anche in Italia o, in alternativa, piantare e coltivare in casa senza troppe difficoltà. Questo frutto è un prezioso alleato di pelle, cuore, vista, cavo orale e circolazione. Siete curiosi di scoprire di più in merito? Ecco quali sono le proprietà benefiche, salutari e nutritive del tomatillo.

    Come anticipato prima, il tomatillo è un frutto alleato di vista, cuore, pelle, circolazione e cavo orale. Vanta, inoltre, un elevato potere antiossidante, in grado di contrastare la formazione dei radicali liberi, dei tumori – in special modo, quelli del cavo orale e dei polmoni – e l’invecchiamento cellulare. I flavonoidi e beta-carotene presenti in questo frutto rappresentano, invece, un aiuto per la salute di pelle e vista. Inoltre, l’elevata presenza di potassio e la quasi assenza di sodio rende il tomatillo adatto per la salute del sistema circolatorio – abbassa la pressione sanguigna – e del cuore. Oltre a vantare molte proprietà benefiche, questo frutto ne possiede anche di antibatteriche – combatte alcuni batteri responsabili di infezioni a livello respiratorio – febbrifughe, antinfiammatorie, antireumatiche e depurative.

    Secondo una ricerca del 2006 – effettuata presso il Dipartimento di Chirurgia Oncologica dell’Università dell’Illinois, a Chicago, negli USA – il tomatillo contrasterebbe anche la proliferazione delle cellule cancerogene nei casi di tumore al colon.



    Calorie 100 grammiCarboidratiGrassiProteineZuccheri
    32 kcal6 g1 g1 g3,9 g


    Il tomatillo è povero di calorie – 32 ogni 100 grammi di prodotto – ma maggiormente ricco di grassi e di proteine rispetto al pomodoro: si differenzia, inoltre, da quest’ultimo per l’assenza di licopene e la ricchezza, invece, di potenti antiossidanti, come i witanolidi. Questo frutto vanta, inoltre, la presenza di fibre alimentari, vitamine – ad esempio, la A, la C, la E e la B2 – flavonoidi, beta-carotene e sali minerali, quali potassio – in dose elevata – sodio, ferro, rame, fosforo e manganese.

    Per quanto riguarda le controindicazioni, è necessario prestare attenzione ai frutti delle piante appartenenti alla famiglia delle Solanacee: questi possono, infatti, contenere delle tossine e metaboliti secondari, che possono causare allergie e intolleranze nei soggetti predisposti. I sintomi che possono comparire sono irritazione di pelle, vie respiratorie, labbra e occhi, oltre a vertigini, diarrea, dolori e vomito.

    Infine, che dire del tomatillo in cucina? Evitate di acquistare frutti eccessivamente gialli o violacei – ciò significa che sono a un grado di maturazione troppo avanzato – conservateli in frigo, dopo aver estirpato le foglie del calice e per massimo 2 settimane. Il sapore di questo frutto è molto acido, per cui viene utilizzato per le salse agrodolci – ad esempio, nella cucina messicana – mentre, per quanto riguarda il frutto crudo, è possibile utilizzarlo tritato per delle insalate. Il tomatillo può, inoltre, essere cucinato fritto, bollito o cotto a vapore; mentre, le sue varietà rosse e viola – più dolci – possono essere utilizzate per la realizzazione di marmellate.

    681

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mangiar Sano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI