NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Tisana al finocchietto: proprietà, benefici e controindicazioni

Tisana al finocchietto: proprietà, benefici e controindicazioni
da in Tisane

    Fresh made Fennel Tea

    La tisana al finocchietto è un rimedio naturale per fare fronte e diverse problematiche legate al nostro organismo. Non solo utilissima, ma anche dal sapore delicato e dal profumo intenso, questa erba officinale è un vero toccasana che coinvolge diversi organi. In questo articolo analizziamo nel dettaglio le proprietà, i benefici e le eventuali controindicazioni di questa pianta.

    Il finocchietto selvatico è una pianta perenne appartenente ad un genere che conta solamente 5 specie diverse. Ha un fusto che può raggiungere fino a 2 metri di altezza e piccole foglie filiforme. Tra giugno ed agosto compaiono piccoli e profumatissimi fiori gialli seguiti da frutti scuri.
    Il finocchietto si distingue per le sue proprietà antinfiammatorie, antispasmodiche, aromatiche, digestive, diuretiche e galattogoghe.
    Il finocchietto è ricchissimo di flavonoidi, che svolgono un’azione benefica su tutto il sistema vascolare e alleviano i fastidiosi sintomi della sindrome premestruale e della menopausa come sbalzi di umore, vampate notturne e nervosismo.
    L’infuso di finocchietto stimola l’appetito, elimina l’aria accumulata nell’addome (aerofagia e meteorismo), cura diverse forme di bronchite e tosse, favorisce la diuresi e stimola la secrezione di latte.
    Con i semi del finocchietto si prepara un liquore carminativo e dal forte potere digestivo, mentre il decotto di radici si utilizza per fermare la diarrea.
    Inoltre, l’infuso viene utilizzato per sciacquare gli occhi in caso di congiuntivite e infiammazioni alle palpebre.

    Il semi del finocchietto si utilizzano anche in cucina per aromatizzare secondi piatti di carne, pesce e fresche salse a base di yogurt, mentre le foglie si usano per arricchire insalate, minestre, primi piatti di pesce e formaggi specialmente quelli freschi.
    Per l’uso terapeutico è bene rispettare scrupolosamente le dosi prescritte o consigliate, in quanto la sostanza presente nel finocchietto denominata anetolo, uno dei due costituenti principali della pianta, in dosi elevate può provocare convulsioni. In ogni caso, è bene consultarsi con il proprio medico curante prima della somministrazione.

    Calorie per porz. n.q.
    Ingredienti per 1 tazza

    1 cucchiaio di foglie e semi di finocchietto selvatico essiccato

    Preparazione

    1. In un pentolino porta ad ebollizione l’acqua.
    2. Versa le foglie e i semi nell’acqua bollente spenta.
    3. Lascia riposare l’infuso per circa 4-5 minuti.
    4. Filtra il contenuto con un colino in una tazza da tè.
    5. Consuma la tua tisana all’occasione. Consuma la tisana dopo l’ultimo pasto della sera oppure alla mattina a digiuno.

    494

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Tisane
    PIÙ POPOLARI