Tisana al biancospino: proprietà, benefici e controindicazioni

Tisana al biancospino: proprietà, benefici e controindicazioni
da in Tisane

    tisana biancospino

    La tisana al biancospino è un rimedio naturale per diversi tipi di problematiche legate a tutto il nostro organismo, sia interno che esterno. In questo articolo analizziamo nel dettaglio le proprietà, i benefici e le eventuali controindicazioni di questa meravigliosa pianta officinale.

    Il biancospino è un genere di pianta che conta circa 280 specie diverse, utilizzate come piante ornamentali in parchi e giardini. Il biancospino è un arbusto spinoso che può arrivare a raggiungere l’altezza di 5 metri. Ha la corteccia liscia e di colore giallo che diventa più scuro con l’età, foglie dalla particolare forma e fiori dal profumo molto delicato di colore bianco e rosato che compaiono tra aprile e giugno, i frutti sono piccoli e rossi.
    I frutti, commestibili, si conservano dopo averli fatti essiccare in un forno.
    Il biancospino si distingue per le sue proprietà sedative, astringenti e ipotensive.
    I frutti del biancospino contengono vitamina B1, B2 e l’importantissima vitamina C, sali minerali essenziali e acido malico. Ad uso interno sotto forma di infuso, viene usato per curare l’ipertensione, l’arteriosclerosi, per calmare il nervosismo, contro le vertigini e l’insonnia.
    I fiori, i frutti e le foglie migliorano l’irrorazione delle coronarie, normalizzando la pressione sanguigna e regolando il ritmo e la contrazione del cuore. La polpa e i frutti, invece, vengono impiegati in caso di diarrea e coliche.
    Ad uso esterno, il decotto dei frutti di biancospino e della corteccia o l’infuso di soli fiori, vengono utilizzati per fare dei gargarismi come antinfiammatorio delle mucose della bocca e delle gengive.

    Un bagno fatto con aggiunta di infuso di biancospino rilassa ed esercita una forte azione sedativa in caso di angoscia, vertigini, irritabilità, insonnia, palpitazioni e vampate causate dalla menopausa.
    I fiori e le foglie, inoltre, svolgono un’azione astringente a favore delle pelli grasse, ottimo per la pulizia profonda del viso.
    In cucina, i frutti vengono utilizzati per realizzare una delicatissima marmellata, che può diventare più gradevole con l’aggiunta dei frutti di bosco.
    Il biancospino non presenta particolari controindicazioni, in ogni caso è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante prima del suo utilizzo.

    Calorie per porz. n.q.
    Ingredienti per 1 tazza

    1 cucchiaino di bacche di biancospino schiacciate
    1 cucchiaino di foglie e fiori di biancospino essiccati
    3 gocce di succo di limone.
    dolcificante naturale per dolcificare (a piacere)

    Preparazione

    1. In un pentolino porta ad ebollizione l’acqua.
    2. Versa le foglie e le bacche di biancospino nell’acqua bollente spenta.
    3. Lascia riposare l’infuso per circa 4-5 minuti.
    4. Filtra il contenuto con un colino in una tazza da tè.
    5. Consuma la tua tisana all’occasione oppure consumane una tazza di prima mattina a stomaco vuoto per una settimana, se soffri di uno dei disturbi descritti nell’articolo. Confrontanti sempre con il tuo medico curante prima della terapia.

    582

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Tisane
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI