Tiroide: tumori in aumento, staminali allo studio

Tiroide: tumori in aumento, staminali allo studio

Crescono i casi di tumore alla tiroide: spesso la prognosi è favorevole, ma non mancano forme più aggressive, in cui probabilmente entrano in gioco staminali tumorali

da in Cellule Staminali, Ghiandole, News Salute, Ricerca Medica, Tiroide, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    tumori tiroide

    Secondo gli ultimi dati dell’Associazione Italiana Registro Tumori, i tumori che riguardano la tiroide sono il gruppo di neoplasie che ha registrato la maggior percentuale di crescita negli ultimi 10 anni, con un aumento del 53,3%. E parliamo di forme di cancro che, fino ad oggi, erano considerati piuttosto rare, con 5,2 casi maschili e 15,5 casi femminili ogni 100 mila abitanti.

    Fortunatamente le forme tumorali tiroidee hanno generalmente una prognosi favorevole: le percentuali di sopravvivenza arrivano a superare anche il 90%. Ma ci sono forme particolarmente aggressive, alla cui origine si ipotizza un’anomalia delle cellule staminali, che si differenziano in cellule tumorali.

    “La scoperta della presenza di staminali adulte nella tiroide è piuttosto recente ” spiega il dottor Samorindo Peci, direttore del centro ricerca e formazione scientifica Cerifos di Milano. “Le cellule staminali hanno una sorprendente capacità di proliferare e differenziarsi, e questo fa intravedere prospettive straordinarie nel campo della medicina rigenerativa.

    Ma queste stesse caratteristiche potrebbero rendere le cellule staminali un pericolo, perché si sospetta che giochino un ruolo importante nell’evoluzione di alcuni tumori tiroidei che non rispondono alle terapie convenzionali”.

    Proprio la capacità di proliferazione, infatti, potrebbe rendere inutile la chemioterapia. Urge quindi agire sia per capire in che modo le staminali possano arrivare a diventare tumorali, sia scoprire come usarle per sviluppare nuove terapie: “Puntiamo soprattutto a sviluppare le terapie biologiche e una chirurgia sempre meno invasiva, che operi con criteri conservativi dell’organo” conclude Peci.

    311

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cellule StaminaliGhiandoleNews SaluteRicerca MedicaTiroideTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI