Tiroide ingrossata: cause, sintomi e rimedi

Sono molte le persone in tutto il mondo affette da disfunzioni della tiroide, che se si ingrossa produce sul collo una protuberanza chiamata gozzo

da , il

    Tiroide ingrossata

    I disturbi alla tiroide sono molto frequenti ed è importante saper riconoscere i sintomi per poterli trattare in tempo, evitando così complicazioni. Abbiamo rivolto alcune domande alla dr.ssa Paola De Stefanis, specialista in endocrinologia, per capire insieme come affrontare al meglio le malattie della tiroide.

    Quali sono le cause della tiroide ingrossata?

    L’aumento di volume della tiroide si chiama gozzo e può essere dovuto o alla presenza di noduli multipli o a un ipotiroidismo sub-clinico o conclamato.

    Come accorgersene? Che disturbi compaiono?

    Se il gozzo è eutiroideo (cioè non accompagnato da disturbi della produzione ormonale) ci si può accorgere di esso o facendo un’ecografia, o, se è grande, notando un aumento di volume alla base del collo e, raramente, per disturbi da compressione sulle strutture vicine, tipo la trachea. La compressione della trachea può dare tosse o altri problemi respiratori.

    Quali sono i rischi, se non riscontrata in tempo?

    Non ci sono grossi rischi, se non quello che continui a ingrossarsi. Tuttavia, in caso d’ipotiroidismo è bene fare la diagnosi prontamente.

    Come si cura?

    Se c’è ipotiroidismo si somministra, per bocca, l’ormone tiroideo. A volte, anche se non c’è ipotiroidismo, si somministra l’ormone tiroideo, a dosi più alte, dette soppressive con lo scopo di sopprimere il TSH che, altrimenti, spingerebbe ancor di più la tiroide ad aumentare di volume. Alcune volte è necessario ricorrere alla chirurgia.

    A RISPONDERE ALLE DOMANDE:

    Dr.ssa Paola De Stefanis,

    Medico Chirurgo Endocrinologo