Tiroide e gravidanza: convegno nelle Marche

Tiroide e gravidanza: convegno nelle Marche

La tiroide ha un ruolo fondamentale nello sviluppo di patologie neonatali e fetali, da cui il problema del rilevamento dei dati relativi allo sviluppo e alla concentrazione ormonale, a livello placentare e sierologico, al fine di determinare e prevenire l'insorgenza di patologie grazie a somministrazioni aggiuntive di quantità 0

da in Ghiandole, Gravidanza, Primo Piano, Salute Donna, Tiroide, ormoni-tiroidei
Ultimo aggiornamento:

    Tiroide e Riproduzione Femminile

    Tiroide e Riproduzione femminile” il titolo del convegno tenutosi a Civitanova nelle Marche, organizzato il 3 luglio scorso dalla U.O.S. Endocrinologia Ginecologica e Servizio Formazione, A.S.U.R. Marche, Zona Territoriale 8 Civitanova Marche. A riportare le conclusioni del convegno il portale della U.O.S.

    Il lavoro si basa su una osservazione del comportamento della Tiroide in donne pre – durante e post gravidanza: il laboratorio è stato istituito presso l’Ospedale di Civitanova nelle Marche, con il dott. Sacchi, che ha osservato le dinamiche partendo dall’assunto che durante il periodo della gravidanza, nella donna, il livello ormonale subisce variazioni che alterano l’equilibrio metabolico, provocando a loro volta un ritorno tiroideo.

    Il motivo di questa difficoltà di rilevamento si basa sulla variazione della proporzione con la TBG – Tiroxina e le proteine plasmatiche: è la TBG che consente di trasportare l’80% degli ormoni tiroidei. L’affinità per la sua interazione non si altera, ma l’aumento della concentrazione dopo poche settimane dal concepimento determina un aumento della sintesi epatica, il cui picco si raggiunge alla ventesima settimana. In condizioni fisiologiche normali, una molecola su tre di TBG veicola una molecola di T4 (rapporto T4/TBG 0,35-0,4). Mentre in gravidanza è necessario un parallelo incremento della sintesi e secrezione di T4.

    L’aumentare della concentrazione della TBG a sua volta comporta un aumento degli ormoni di sintesi tiroidei, che aumentano di quasi il doppio della loro normale concentrazione, insieme al ruolo dello sviluppo placentare dovuto alla gravidanza e allo sviluppo del feto. Il calo sotto i normali valori avviene nel secondo e terzo trimestre quando i livelli di fT4 ed fT3 calano al di sotto dei valori normali specie se la donna non assume in alcun modo iodio. Ecco allora che la donna, nel primo trimestre della gravidanza avverte un aumento delle gonadotropine e una iperstimolazione tiroidea, con un calo sierico dell’ormone tireotropo (TSH).

    La concentrazione di iodio decresce ulteriormente durante il periodo successivo per via della filtrazione renale, la perdita dello iodio attraverso l’attività del sistema urinario diventa il secondo motivo della carenza di iodio in gravidanza nella donna, causa possibile di malformazioni e disfunzioni fetali, da cui l’indirizzo da parte della Organizzazione Mondiale della Sanità di assumere durante la gravidanza somministrazione iodica di circa 200 µg/die, che corrisponde al doppio del normale, come sopra evidenziato nel rapporto trasporto e sintesi ormonale.

    Infine ultima nota in merito alla funzione placentare e plasmatica: si avvertono delle variazioni del metabolismo periferico degli ormoni, rilevabili con difficoltà che consistono in vere e proprie modificazioni del sistema immunitario, dovute allo sviluppo del feto che concorrono a migliorare e/o peggiorare patologie tiroidee pre-esistenti, di carattere autoimmune.

    Riassumendo possiamo concludere che la letteratura medica ha ampiamente descritto i seguenti eventi fisiologici durante la gravidanza: 1 – aumento della Clearance renale dello Iodio da cui necessità di assumere iodio durante il periodo della gravidanza, riduzione dello iodio plasmatico da cui il peggioramento nelle donne con carenza naturale concomitante a riduzione del T4 e formazione del gozzo tiroideo. Nel primo trimestre si avverte l’aumento della hCG di fT3 e fT4, e riduzione di TSH basale da cui aumento della TBG plasmatica e del volume plasmatico totale.

    RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

    1. Toffalori E, Caciagli P. Tiroide e Gravidanza: Le risposte del laboratorio.

    RIMeL/IJLaM 2008; 4 (Suppl.) 85-89.

    2. Beck-Peccoz P. Meccanismo d’azione del TSH (Rassegna). Ligand Assay 2003; 8 (4) 253-257.

    3. Sapin R, d’Hebomez M. Free Thyroxine measured dialysis and nine immunoassays in sera with various serum thyroxine-binding capacities. Clin Chem 2003; 49:1531-5.

    4. Trimarchi F, Lo Presti V, Vermiglio F. Carenza iodica e gravidanza. Ann. Ist. Super. Sanità, 1998 vol.34, n.3:315-319

    5. d’Herbomez M, Jarrige V, Darte C. Reference interval for serum thyrotropin (TSH) and free thyrosine (FT4) in adults using Access® Immunoassay System. Clin Chem Lab Med 2005; 43(1): 102-105

    Le immagini sono tratte dal sito internet di Advance Congressi

    725

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GhiandoleGravidanzaPrimo PianoSalute DonnaTiroideormoni-tiroidei
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI