Tiglio: proprietà terapeutiche, medicinali e controindicazioni

Tiglio: proprietà terapeutiche, medicinali e controindicazioni
da in Erbe Officinali, Rimedi naturali

    Tiglio

    Il tiglio vanta proprietà terapeutiche e medicinali – anche controindicazioni – importanti per il benessere dell’organismo: si tratta, infatti, di una pianta che era considerata sacra già dalle antiche culture germaniche e ciò per merito della sua longevità. Il tiglio è un albero particolarmente diffuso in Europa – che appartiene alla famiglia delle Malvaceae e il cui nome originario è Tilia Platyphyllos – che vanta molti benefici e proprietà curative non indifferenti. Quali? Scopriamo di più in merito.

    Insonnia

    La parte più utilizzata del tiglio sono la parte della corteccia più esterna – chiamata “alburno” – e i fiori che nascondono incredibili segreti e usi per la salute del corpo. Il tiglio favorisce il rilassamento: i suoi fiori sono, quindi, indicati contro l’insonnia, gli stati di ansia, lo stress – diversi sono i modi per alleviarlo - e il nervosismo. Inoltre, il tiglio svolge un’azione calmante nei confronti di crampi allo stomaco e spasmi addominali.

    Febbre

    Il tiglio è tra i rimedi naturali più efficaci contro tosse, raffreddore – diverse sono le tisane da poter bere in questo caso - febbre, catarro e disturbi delle vie aeree: infuso e tisana sono, infatti, un ottimo metodo per favorire la sudorazione in queste circostanze, riducendo la temperatura corporea e, grazie al contenuto di mucillagini nei fiori, il tiglio vanta anche un’azione mucolitica e antinfiammatoria utile in tali circostanze. Il tiglio è, poi, utile per combattere il mal di testa e la tachicardia: a tal proposito, infatti, ha un’azione benefica sul sistema circolatorio, che permette un abbassamento della pressione.

    Bagno

    Non mancano i benefici per la pelle. Il tiglio può essere utilizzato come tonico dopo la pulizia del viso: basterà, infatti, utilizzare l’infuso per un’azione depurativa e rinfrescante, che contrasterà le rughe e aiuterà in presenza di arrossamenti cutanei. Il decotto di fiori di tiglio può essere usato come impacco esterno contro eritemi solari, dermatiti e scottature, ma anche per gli occhi contro palpebre gonfie e occhiaie, grazie alla sua azione decongestionante. Per trarre benefici per la pelle, è possibile anche utilizzarlo per bagni e pediluvi.

    Dottore

    Infine, non esistono particolari effetti collaterali legati al consumo di tiglio, che è considerato benefico sia per gli adulti che per i bambini, grazie al contenuto di principi attivi come polifenoli, flavonoidi, mucillagini e oli essenziali. Ad ogni modo, è sempre opportuno non eccedere nelle dosi e chiedere il parere del proprio medico curante se in gravidanza, in fase di allattamento e in presenza di cardiopatie, allergie o intolleranze.

    726

    LEGGI ANCHE