Tetracromatismo: cos’è, sintomi e test

Il tetracromatismo è un tipo di visione che percepisce tantissime sfumature di colore

da , il

    tetracromatismo cos e sintomi test

    Tetracromatismo: cos’è? Quali sono i sintomi e quale test utilizzare per scoprire se si è affetti da questa particolare forma della visione? Una persona tetracromatica vede dei colori e delle sfumature che di solito le altre persone non riescono a percepire. Si tratta di una condizione che è stata molto studiata nel regno animale. Ancora non si hanno molte certezze su questa particolare visione, si sa però che le persone tetracromatiche possiedono quattro, invece, di tre, diversi tipi di recettori sulla retina, che sono dedicati alla visione del colore. Da questo deriverebbe la capacità di vedere la luce in lunghezze d’onda differenti rispetto a quelle che di solito una persona riesce a concepire.

    Cos’è

    Il tetracromatismo è un modo di percepire i colori e le tonalità in modo differente rispetto alle persone che sono dotate di vista ordinaria. La maggior parte delle persone che sono affette da questa condizione sono donne, che riescono a vedere meglio i colori. Si stima che si tratti soprattutto di portatrici sane del gene che causa questa visione particolare. In alcuni casi il gene non si manifesta, mentre in altri la condizione si esprime in modo singolare.

    I ricercatori sono impegnati nel cercare di comprenderne in maniera più specifica le cause. Secondo alcuni studi, il fenomeno potrebbe essere favorito dalle condizioni ambientali in cui un individuo cresce. Sarebbe l’esposizione a grandi varietà di colori da piccoli che potrebbe influenzare la comparsa del tetracromatismo nei soggetti già predisposti.

    I sintomi

    Parlando di “sintomi” del tetracromatismo, bisogna considerare la particolare visione delle persone che sono affette da questa condizione. Anche se ancora la ricerca scientifica non ha fatto completamente luce su questo fenomeno, si sa che i tetracromatici riescono a vedere fino a 100 milioni di colori differenti. Sarebbero, quindi, dotati di quasi 100 volte in più della normale capacità di un essere umano di percepire i colori che ha intorno. Di solito questa visione è riconosciuta come normale dalle persone che la possiedono.

    La condizione di vedere più nel dettaglio per quanto riguarda i colori viene considerata non insolita, anche se da alcune ricerche scientifiche si è scoperto i continui stimoli legati al colore possono amplificare la condizione, non facendo sentire i tetracromatici in certe occasioni molto a loro agio. In alcuni casi sono state riferite sensazioni disturbanti nel momento in cui ci si sente bombardati da troppi colori.

    Il test

    Un particolare test per il tetracromatismo è quello che consiste nel guardare queste sfumature di colori che riportiamo nell’immagine e nel vedere quante tonalità diverse riusciamo ad identificare. Ecco i risultati:

    • Se vedete meno di 20 sfumature di colore, siete probabilmente affetti da dicromatismo, una condizione che comporta la visione di due soli colori fondamentali.
    • Se vedete tra le 20 e le 32 sfumature, vuol dire che siete tricromati: disponete di tre tipi di coni per la percezione dei colori.
    • Se vedete tra 33 e 39 colori, avete una visione tetracromatica.