Testicoli che salgono: perché succede e cosa fare

Testicoli che salgono: perché succede e cosa fare

Testicoli che salgono: perché succede? Che cosa fare? Il problema di solito è derivato dalla mancanza di funzionalità del muscolo cremastere

da in Salute Uomini
Ultimo aggiornamento:

    testicoli che salgono perche succede cosa fare

    Testicoli che salgono: perché succede? Cosa fare? Si chiamano anche testicoli retrattili e il problema consiste nel fatto che si muovono avanti indietro tra lo scroto e l’inguine. Di solito tutto si risolve spontaneamente nel corso della pubertà. Le cause possono essere differenti, ma spesso il motivo di tutto va rintracciato nella funzionalità del muscolo cremastere, che è la struttura nella quale il testicolo si trova. A volte i testicoli possono risalire fino all’inguine e può capitare che rimangano in questa posizione. In questo caso non si tratta più di testicoli mobili, ma vengono definiti ascendenti. Per risolvere il problema ci sono terapie ormonali o, nei casi più gravi, l’intervento chirurgico.

    Perché succede

    I testicoli che salgono sono determinati spesso dalla mancanza di funzionalità del muscolo cremastere, la struttura nella quale il testicolo si trova a riposare. Con la contrazione di questo muscolo, i testicoli vengono ritirati verso il corpo. Si tratta di un meccanismo che l’organismo utilizza soprattutto per tenere sotto controllo la temperatura corporea. Quest’ultima è indispensabile per il corretto funzionamento di un testicolo, che di solito deve rimanere un po’ più freddo rispetto alla temperatura del corpo in generale.

    Può succedere che, durante l’infanzia, il muscolo cremastere sia iperattivo. Da qui il problema dei testicoli che salgono.

    Comunemente accade che il problema si risolve spontaneamente nel corso della pubertà, con il ripristino della normale funzionalità del cremastere. Ci sono dei fattori che influiscono sul processo. Ad esempio, anche un’operazione per la rimozione di un’ernia inguinale può rendere meno elastica la funzionalità del muscolo coinvolto.

    Cosa fare

    In genere bisogna intervenire, se il problema dei testicoli che salgono rimane attivo dopo i 14 anni. Si può ricorrere alla terapia ormonale, somministrando l’HCG, gonadotropina corionica umana. Soltanto in certi casi si deve ricorrere all’intervento chirurgico, tramite un’operazione che viene chiamata orchiopessi e consiste nello spostare il testicolo nello scroto. Il problema va monitorato fin da bambini ed è il pediatra ad osservare l’evoluzione del disturbo.

    Soltanto in alcuni casi, quando i testicoli appaiono ritenuti, si può somministrare, verso i 4 anni, l’LHRH, un ormone che è coinvolto nella stimolazione della produzione del testosterone. Tutto ciò serve a favorire la discesa del testicolo nello scroto. Questo rimedio si adotta soltanto in casi particolari, perché di solito ci si limita a delle visite regolari e ad aspettare l’arrivo della pubertà.

    487

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Salute Uomini
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI