NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Terremoto in Giappone: conseguenze delle radiazioni sulla salute

Terremoto in Giappone: conseguenze delle radiazioni sulla salute

La contaminazione dalle radiazioni si manifesta con sintomi come nausea, vomito e diarrea

da in Malattie, News Salute, Primo Piano, Sistema immunitario, Sistema nervoso, Radiazioni
Ultimo aggiornamento:

    terremoto in giappone conseguenze salute radiazioni

    Il terremoto in Giappone e il pericolo nucleare da esso determinato possono avere delle conseguenze sulla salute a causa delle radiazioni. Tutto dipende dalla dose delle radiazioni che riescono ad essere assorbite dai tessuti umani. Le radiazioni possono distruggere il sistema nervoso centrale, i globuli rossi e i globuli bianchi e possono danneggiare il sistema immunitario.

    Sono questi i possibili effetti che l’esplosione nucleare seguita al terremoto in Giappone può avere sulla salute. La contaminazione radioattiva si manifesta attraverso determinati sintomi, come nausea, vomito e diarrea. A questa prima fase ne segue un’altra, durante la quale si gode di un normale benessere. Dopo alcuni giorni cominciano a manifestarsi la perdita di appetito, un senso di affaticamento, la febbre e si può arrivare ad avere delle convulsioni e allo stato di coma. Il tutto si protrae per alcune ore o per qualche mese, senza contare che l’esposizione alle radiazioni determina anche dei danni alla pelle.

    Chi è stato contaminato può contaminare altre persone o anche gli oggetti che tocca. La stessa contaminazione si può avere a causa di un’esposizione al sangue, al sudore o all’urina di chi è contaminato. La contaminazione dalle radiazioni può avvenire attraverso i polmoni, la pelle e i cibi. In particolare sarebbero esposti maggiormente i prodotti dell’agricoltura, il pesce, il latte vaccino e l’acqua.

    Proprio per questo in seguito al terremoto in Giappone sono stati effettuati controlli sul pesce per verificare il livello di radioattività. Gli esperti sono d’accordo sul fatto che i bambini corrono maggiori rischi.

    366

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieNews SalutePrimo PianoSistema immunitarioSistema nervosoRadiazioni
    PIÙ POPOLARI