Terapie alternative: cura cranio – sacrale

La linea cranio-sacrale richiede una certa attenzione, dal suo buon funzionamento dipende un buono stato di salute, se essa ha dei problemi possono riscontrarsi effetti sul sistema cardiocircolatorio, respiratorio e osteomuscolare, nonché tosse, mal di testa e nausea o poco appetito

da , il

    Mal di testa, emicrania, problemi respiratori, la terapia cranio sacrale interviene nel momento in cui le cure tradizionali per gli episodi acuti non sono sufficienti in quanto il corpo manifesta il dolore a scadenza regolare e si rende cronico. Per evitare di dover ricorrere alla farmacologia tradizionale, si può tentare la via della terapia cranio – sacrale.

    Il sistema cranio – sacrale, lo dice la parola stessa, dipende essenzialmente dalla buona postura e dalla giusta tensione della linea della colonna: parte dal cranio e arriva all’osso sacrale la posizionatura delle ossa che sostengono il peso del corpo e che permettono di muoversi, respirare, fare dei movimenti, assumere delle posizioni.

    Il problema si presenta quando la tensione muscolare dell’apparato ha dei blocchi o delle difficoltà a rilassarsi, cioè quando per motivi legati alla situazione del momento o a regolari e continue cattive abitudini, le ossa non mantengono più la giusta posizionatura e la giusta tensione muscolare, il fatto accade più spesso di quanto non si pensi: stare seduti, guidare in automobile, un trauma, una lesione, sono tanti i motivi per cui l’equilibrio non è più ottimale.

    Ecco allora che piccoli segnali di sofferenza sono lanciati dalla linea cranio – sacrale e si manifestano sempre più prepotentemente sotto forma di dolore, tensioni, accumulo di energia negativa, che non si scarica e si trasforma in vera e propria sofferenza.

    Da questa linea energetica possono dipendere disturbi nervosi, disturbi respiratori e cardio-vascolari, un fatto, questo, da non sottovalutare.

    La terapia cranio – sacrale dipende essenzialmente dallo studio terapeutico dell’osteopatia, si tratta di una branca che ricorre alla manipolazione della linea cranio – sacrale, ossa del cranio, della colonna e del sacro, per scaricare le tensioni e riportare l’equilibrio energetico.

    Spesse volte vi sarà accaduto di constatare personalmente come una cattiva posizione possa portare a un dolore che si trasforma in mal di testa, emicrania, a volte tachicardia o difficoltà a respirare rego larmente, più spesso però, specie nei casi più difficili da trattare, non è chiara la correlazione tra il problema alla linea cranio – sacrale e il vostro dolore.

    Per questo nel caso in cui la sofferenza diventi recidiva è il caso di considerare l’ipotesi di sottoporsi a una visita osteopatica per valutare se non sia il caso di provare la terapia cranio – sacrale.

    Nella linea cranio – sacrale che dalla testa arriva al sacro, collegati dalla colonna, scorrono dei liquidi che hanno un sistema a sé, che hanno bisogno di ricevere lo stimolo giusto per lavorare su tutto il tronco, se lo stimolo si blocca, se si allenta, se qualcosa impedisce alla struttura osteo-muscolare di rispondere alle esigenze e agli stimoli del sistema nervoso, il blocco si trasforma in pesantezza, poi in difficoltà e infine in dolore.

    La valutazione dello stato di salute della persona, da parte dell’osteopata, viene fatta attraverso una visita a contatto manuale, l’osteopata riuscirà a individuare le zone critiche e eventualmente agirà cercando di rimettere in moto la linea cranio – sacrale. Se in seguito alla terapia il disturbo dovesse persistere e non traesse alcun giovamento la causa potrebbe essere cercata in una conseguenza dell’attività ghiandolare del corpo, che rimettendosi in moto può inizialmente dare segnali negativi che portano però alla guarigione. Per la valutazione del risultato è consigliato non interrompere il contatto con il proprio fisiatra. Il trattamento è adatto anche ai bambini.

    Le immagini sono tratte dal sito internet di Craniosacrale.it, Centro Kinesi, Centro la Marea