Tendinite di De Quervain: sintomi, cause e rimedi

Tendinite di De Quervain: sintomi, cause e rimedi
da in Braccio, Infiammazioni
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/08/2016 07:07

    tendinite di de quervain sintomi cause rimedi

    Tendinite di De Quervain: vediamo quali sono i sintomi, le cause e i rimedi. Questo disturbo interessa i tendini intorno alla base del pollice, che possono essere interessati da un processo di infiammazione. Il tutto si manifesta con un dolore e un gonfiore lungo il lato del polso verso il pollice. Si prova più dolore quando si stringe il pugno o quando si afferra qualcosa. Sono varie le cause che possono determinare il disturbo. Per il trattamento del problema si può optare per delle cure non chirurgiche a base di farmaci o tutori oppure si deve ricorrere all’operazione, se i sintomi sono particolarmente gravi.


    I sintomi della tendinite di De Quervain sono rappresentati soprattutto dal dolore e dal gonfiore. Il dolore viene avvertito sul lato del polso verso il pollice e può coinvolgere anche l’avambraccio. Può comparire all’improvviso o a poco a poco e di solito risulta più forte quando si compie qualche azione, per esempio l’afferrare con forza degli oggetti. La sensazione dolorosa è accompagnata dal gonfiore e, quando si sposta il pollice, si avverte una sensazione di aggancio.


    Le cause della tendinite di De Quervain possono consistere in un uso eccessivo del polso, per esempio le attività ripetitive che prevedono il movimento di flessione del pollice. Anche i sovraccarichi funzionali improvvisi possono fare la loro parte e il problema di solito viene aggravato dalle malattie reumatiche. Questa tendinite è più comune nelle donne di mezza età.


    I rimedi per la tendinite di Quervain possono essere chirurgici e non chirurgici. Nel secondo caso si rivelano utili i farmaci antinfiammatori, per alleviare il dolore, e i corticosteroidi, attraverso delle infiltrazioni di cortisone nel tendine. E’ importante evitare tutte le attività che possono causare dolore e gonfiore e si possono usare dei tutori, per immobilizzare e tenere a riposo il pollice e il polso, in modo che, nel frattempo, si guarisca dall’infiammazione ai tendini. La chirurgia viene consigliata se i sintomi sono particolarmente gravi e se non migliorano dopo un certo periodo di tempo. L’obiettivo dell’operazione è quello di aprire la guaina tendinea, per creare più spazio fra i tendini infiammati. Di solito l’intervento chirurgico viene eseguito in day hospital in anestesia locale. Subito dopo l’intervento, si deve tenere la mano un po’ sollevata e si devono muovere le dita per qualche giorno, per ridurre il gonfiore e prevenire la rigidità. Potrebbe essere consigliato l’uso di un tutore per 2 settimane.

    540

    LEGGI ANCHE