Tempo: un concetto relativo

Tempo: un concetto relativo

Il tempo analogico dura 24 ore, quello digitale di più, al momento si valuta che duri 36 ore, ma entro il 2013 potrebbe essere allargato a 48 ore, sempre se la diffusione della tecnologia digitale avrà questa velocità

da in Benessere, Memoria, Mente, Primo Piano, Psicologia, Stress
Ultimo aggiornamento:

    Tempo della Vita Normale

    Nella vita normale, quotidiana, che di seguito sarà definita analogica, siamo abituati a cronometrare con un orologio che ha una durata di 24 ore la nostra esistenza, basandoci sul fatto che quello che accade comporta un tempo e che questo tempo è scandito in ore, minuti, secondi, etc .. ma cosa succede se ci troviamo a cronometrare i tempi di lavoro di internet? La soluzione è interessante, si tratta di un tempo allungato, fondamentale per il conteggio, ad esempio, delle ore che si spendono per lavoro on line, secondo le statistiche e la ricerca la vita di internet è divisa in giornate di 36 ore circa.


    Il tempo digitale, nel 2013
    , sempre secondo la ricerca, sarà di 48 ore ogni 24 ore analogiche, quindi che vive on line vive potenzialmente il doppio del tempo delle persone che invece spendono le proprie giornate normalmente, anche se non cambierà analogicamente nulla a queste persone, che continueranno ovviamente a portare orologi a lancette per scandire i due giri da 12 ore al giorno.

    La sommatoria del tempo digitale è data dalla somma delle azioni compiute on line dal navigante, insieme a quelle della vita analogica, anche se non è facile contare le ore di azioni che si compiono on line: lasciare il fidanzato al telefono in due ore, mentre si carica un video on line in dieci minuti, rendo due ore e dieci minuti digitali, contro le due ore analogiche. Semplice.

    La somma dei dati che transitano on line insieme alla velocità media dei dati che si possono caricare o scaricare on line determineranno la differenza nella sommatoria delle ore restituite in digitale, allargando quindi il tempo a dismisura, fondamentalmente, se le operazioni on line sono di più, il percorso potrebbe essere allargato fino al limite fisico di ogni persona, cioè ciascuno di noi avrà una giornata di durata digitale “personale”.

    Sempre secondo la ricerca sull’uso delle tecnologie, nel 2013 saranno quasi tutti i cittadini del mondo industrializzato a possedere dei prodotti, come smart-phone, cellulari, internet, pc, video, in grado di ricevere e di trasmettere dati in ip e in file sharing (Cisco Sistems).

    Le immagini sono tratte dal blog di Alex 111 DJ

    424

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereMemoriaMentePrimo PianoPsicologiaStress
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI