Super-vino degli Dei che dona l’immortalita’

da , il

    Rosso

    E’ cinese e allunga la vita, ha dei benefici effetti sulla salute degli esseri umani senza pero’ contenere dei principi attivi farmaceutici curativi veri e propri: e’ il nuovo vino inventato in Cina nel laboratorio del “super-vino”, il quale e’ nell’occhio del ciclone grazie ai giornalisti del periodico the “New Scientist”.

    Il gruppo di ricercatori che lo hanno inventato sono guidati da Yuejin Wang e appartengono alla Northwest Agricultural and Forestry University di Yangling, l’Universita’ della provincia cinese di Shaanxy.

    Il vino speciale dei ricercatori e’ stato ottenuto utilizzando un tipo di uva modificata geneticamente, contenente un livello di resveratrolo di sei volte maggiore rispetto alle uve normali; il resveratrolo e’ contenuto nel vino rosso comune e fa bene alla salute.

    Il Journal of Medical Infections and Deseases lo riporta come uno dei principi in grado di contrastare la replicazione virale, e’ studiato come base per produrre dei nuovi farmaci contro l’Alzheimer e secondo recenti studi sarebbe utile nella prospettiva biologica anticancro.

    Studiato anche presso l’istituto oncologico Pascale di Napoli che in questi anni si e’ prodigato per cercare degli sponsor tra le aziende vinicole nella nuova prospettiva terapeutica biologica anticancro che vede il vino e il resveratrolo interessati direttamente da diversi studi.

    Normalmente inoltre il resveratrolo e’ associato alla diminuzione delle malattie cardiache e all’aumento della longevita’. Nello specifico questo super-vino cinese modificato con la ‘Vitus pseudoreticulata‘ e’ il risultato del gene ‘stilbene synthase’, responsabile della produzione del resveratrolo.