Succo di mela: benefici e proprietà antitumorali

Succo di mela: benefici e proprietà antitumorali
da in Antitumorali, Frutta, Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento:
    Succo di mela: benefici e proprietà antitumorali

    I benefici del succo di mela sono conosciuti da sempre, ma ciò che ora cattura di più l’opinione pubblica sono le sue proprietà antitumorali. La mela, infatti, è un concentrato naturale di antiossidanti utili alla salute dell’intero corpo umano. E oggi, grazie alla ricerca italiana condotta dall’Istituto di scienze dell’alimentazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isa-Cnr) in collaborazione con il Dipartimento di chimica e biologia dell’Università di Salerno, siamo ormai certi che il succo di mela aiuta in modo efficace nella prevenzione e nella lotta ai tumori.

    La mela, così come il suo succo, è un vero e proprio alleato della nostra salute, infatti è stato provato che una mela al giorno può diminuire i decessi annuali. Questo accade perché è una fonte ricca di acqua, proteine, pochi grassi, fibre, sali minerali come potassio, zolfo, fosforo, magnesio, vitamine(C,PP,B1,B2,B3,A) e zuccheri semplici. Ma il succo di mela contiene anche polifenoli e flavonoidi, cioè antiossidanti utili per la prevenzione di numerose patologie, tra cui quelle tumorali.
    Se assunto regolarmente, il succo di mela produce diversi benefici:

    1.Combatte l’asma
    Il succo di mela depura l’organismo dalla tossine agevolando il lavoro dei polmoni. Inoltre alcuni studi hanno evidenziato come la presenza di vitamine contrasti i sintomi legati all’asma.

    2. Facilita la digestione
    Da tempo sappiamo che è sconsigliato consumare frutta dopo i pasti per evitare fermentazione e gonfiore. La mela, e di conseguenza il suo succo, invece fa eccezione perché favorisce la digestione e impedisce l’assorbimento del colesterolo presente nei cibi.

    3. Stabilizza la glicemia e il colesterolo nel sangue
    L’alto contenuto di fibre, tra cui la pectina, mantiene sotto controllo il colesterolo nel sangue riducendone i livelli, diminuendo di conseguenza il rischio di ictus e cardiopatie. La pectina aiuta anche a ridurre i livelli di glicemia nei pazienti affetti da diabete.

    4. Regola l’azione intestinale divenendo un ottimo lassativo
    In caso di stitichezza, i medici consigliano il consumo di una mela cotta al giorno. Questo rimedio aiuta a contrastare effettivamente i problemi di stipsi.

    5. È indicato nelle diete o come spuntino per eliminare la fame
    La mela ha poche calorie (38Kcl/100g), per questo è indicato per le persone in sovrappeso o affetti da obesità. Il suo consumo viene prescritto anche nei casi di ritenzione idrica, di patologie renali e cardiache. Inoltre, fornisce un senso di sazietà e regola la flora batterica intestinale grazie all’alto contenuto di fibre. Il succo di mela, inoltre, è economico e facile da preparare a casa propria, è disponibile tutto l’anno e non necessita dell’aggiunta di zuccheri artificiali.

    6. Riduce il rischio di tumori
    Grazie alla presenza dei polifenoli, il succo di mela riduce il rischio di contrarre patologie tumorali al colon, al seno, alla prostata, del cavo orale e dell’esofago.

    7. Utile per il morbo di Alzaheimer
    Studi recenti hanno sottolineato la capacità del succo di mela di attenuare il morbo di Alzaheimer migliorando l’umore del malato.

    La ricerca per trovare i principali elementi antiossidanti è stata svolta su tre tipi di mela: l’Annurca, la Red Delicious e la Golden Delicious.
    “Da diversi anni è riportato in letteratura che il succo di mela ha effetti di prevenzione sul cancro al colon retto, ma non era chiaro il meccanismo molecolare, ossia il modo in cui i polifenoli presenti nel succo operano in funzione antitumorale. Noi abbiamo studiato per la prima volta in modo specifico proprio quali molecole antiossidanti vanno ad agire e su quali specifiche proteine della cellula”. Questo spiega Angelo Facchiano, ricercatore Isa-Cnr, che aggiunge: “I polifenoli della mela ostacolano in particolare la replicazione ed espressione del DNA nelle cellule cancerose del colon, in particolare questo impedisce loro di duplicarsi e far crescere la massa tumorale. Inoltre, abbiamo scoperto che le proteine su cui i polifenoli potrebbero agire sono le stesse su cui agiscono alcuni farmaci antitumorali recentemente sviluppati. L’ipotesi, su cui sarà necessario effettuare ulteriori studi, è quindi che alcuni composti presenti nelle mele abbiano un effetto preventivo agendo proprio sugli stessi meccanismi che vengono colpiti dai farmaci”.
    Insomma, la mela sembra non avere più segreti per noi, ma ancora tanta strada dev’essere fatta nella lotta ai tumori.

    767

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntitumoraliFruttaRimedi naturali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI