NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Stress: linee guida per quello da lavoro

Stress: linee guida per quello da lavoro

Il Ministero del Lavoro ha emanato specifiche linee guida che hanno l’obiettivo di spiegare come fare a riconoscere gli elementi che indicano una situazione di stress per i lavoratori, in modo da tutelare la loro salute

da in Benessere, Equilibrio psicofisico, Lavoro, News Salute, Primo Piano, Stress
Ultimo aggiornamento:

    stress lavoro linee guida

    Per lo stress da lavoro il Ministero del Lavoro ha emanato delle apposite linee guida, per aiutare i lavoratori ad incorrere meno nelle conseguenze per la salute determinate dalle continue tensioni e dall’eccessiva stanchezza sul luogo di lavoro. Gli stessi datori di lavoro devono impegnarsi per creare tutte quelle condizioni che possano garantire il benessere mentale dei dipendenti.

    Da più parti è stato affermato che lo stress è una malattia causata dal lavoro. Molto significativa e molto utile per comprendere fino in fondo la questione è la definizione di stress da lavoro riportata nell’apposito documento approvato a livello comunitario. Questo tipo di disagio viene spiegato come:

    Una condizione, accompagnata da sofferenze o disfunzioni fisiche, psichiche, psicologiche o sociali, che scaturisce dalla sensazione individuale di non essere in grado di rispondere alle richieste o di non essere all’altezza delle aspettative.

    Le linee guida spiegano in particolare come riconoscere i primi sintomi di un problema che rischia di diventare complicato, se i datori di lavoro non lo riconoscono.

    Segnali evidenti possono essere l’incremento delle assenze, l’aumento degli infortuni e delle malattie professionali. Oltre che per influenze ambientali e soggettive, rapportabili anche alla tolleranza individuale della pressione emotiva, i lavoratori possono accusare malesseri a causa di orari troppo rigidi, per l’eccessiva quantità di incombenze che non si riesce a smaltire o per un mancato riconoscimento delle competenze personali.

    Oltre che ricorrere ad apposite strategie per combattere lo stress da lavoro, ci si dovrebbe preoccupare di un’attenta valutazione del benessere psicofisico dei lavoratori. A guadagnarci saranno anche le aziende, che potranno contare su una maggiore produttività.

    351

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereEquilibrio psicofisicoLavoroNews SalutePrimo PianoStress
    PIÙ POPOLARI