Stress da rientro: un aiuto dalle erbe

Stress da rientro: un aiuto dalle erbe

Abbiamo già parlato dello stress da rientro dalle vacanze che provoca svogliatezza, depressione, stanchezza e mal di testa ricorrenti

da in Ansia, Benessere, Erbe Officinali, Medicine non Convenzionali, Mente, Stress
Ultimo aggiornamento:

    iperico

    Abbiamo già parlato dello stress da rientro dalle vacanze che provoca svogliatezza, depressione, stanchezza e mal di testa ricorrenti. Ebbene, questo problema è comune a molti quindi dopo avervi consigliato di assumere gli Omega3 eccoci a consigliare l’utilizzo di due erbe: la griffonia e l’iperico. Vediamone le proprietà.

    Per prima cosa va detto che si tratta di due erbe particolarmente adatte a ridurre la percezione di stress e favorire il buonumore. Sono ovviamente utili in ogni momento dell’anno, quando lo ritenete necessario.

    La Griffonia, è una pianta della tradizione fitoterapica africana, apprezzata per le caratteristiche della sostanza ricavata dai suoi semi che svolge l’azione di precursore della serotonina nell’organismo umano. La serotonina, molti di voi lo sanno, è il neurotrasmettitore coinvolto nelle funzioni fisiologiche del nostro organismo: sistema nervoso, tono dell’umore, regolazione del sonno e dell’appetito. Va da se che l’essenza di quest’erba viene utilizzata per combattere la depressione lieve, l’ansia, gli stati di agitazione, la fame nervosa, la cefalea cronica. Potete assumerla in capsule durante la colazione e il pranzo. Non va ingerita in gravidanza o durante l’allattamento ne se state prendendo antidepressivi farmacologici tradizionali.

    Passiamo ora all’Iperico, noto anche come erba di San Giovanni.

    Anche questa pianta è utile in momenti di lieve depressione o in caso di affaticamento e mancanza di serenità. L’iperico consente di riattivare l’energia vitale, è un rimedio efficace e naturale per l’esaurimento fisico e psichico e un grande aiuto per il sistema nervoso. Gli effetti si manifestano di solito dopo 2/3 settimane dall’assunzione. Anche in questo caso non va assunto in gravidanza e durante l’allattamento. Attenzione poi alle lunghe esposizioni al sole: ha un’azione fotosensibilizzante

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnsiaBenessereErbe OfficinaliMedicine non ConvenzionaliMenteStress
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI