Stress: combatterlo a suon di buone azioni

Aiutare gli altri, fare una buona azione al giorno potrebbe essere la strategia vincente per togliersi stress, ansie e cattivo umore di torno, almeno secondo un recente studio inglese

da , il

    Buone azioni contro lo stress

    Essere buoni, altruisti e generosi, si sa, è sempre un bene, per sé stessi e per gli altri, ma, stando alle ultime evidenze scientifiche, potrebbe essere anche la strategia migliore per combattere lo stress. Infatti, secondo una recente ricerca britannica, le tensioni e il cattivo umore potrebbero essere combattuti efficacemente senza troppi farmaci o cure mediche, ma a suon di buone azioni.

    Basterebbe una gentilezza in più, qualche gesto di altruismo e generosità non richiesto per dare l’aiutino che serve alla propria salute, migliorando, in un colpo solo, sia lo stato fisico sia quello mentale.

    Secondo i risultati dello studio, condotto da un team di ricercatori del Mindlab dell’Università di Sussex, sono le persone più gentili e disponibili con gli altri a essere anche le meno stressate, le più ottimiste, positive e serene.

    Gli esperti d’oltremanica hanno monitorato attentamente i livelli si stress, tensione, ansia e di altre emozioni di un gruppo di persone, che hanno partecipato volontariamente alla sperimentazione, dopo essersi dedicate per nove giorni a opere di volontariato e solidarietà. La generosità, la gentilezza e l’altruismo sembrano avere veri effetti miracolosi sulla psiche dei soggetti: le buone azioni hanno permesso di ridurre notevolmente i livelli di stress, pericoloso per la mente, ma soprattutto un fattore di rischio per la comparsa di malattie del sistema cardiovascolare. Dati certi che hanno portato i ricercatori a una conclusione ovvia, ma, oggi, supportata da evidenze scientifiche chiare: “dovremmo cominciare tutti a fare del bene agli altri già da oggi”.