Stella di Natale: bella ma velenosa

Stella di Natale: bella ma velenosa

Tale secreto emesso dalla pianta si presenta sotto forma di lattice che proviene dal momento in cui si apporta una lacerazione sia delle foglie che del fusto che a contatto con pelle e mucose può causare prurito, bruciore diffuso, eritema, stessa cosa avviene a contatto con le mucose, ad esempio della bocca, stessa cosa per quanto riguarda il contatto con gli occhi, per cui dopo aver maneggiato la pianta occorrerà sicuramente lavarsi con cura le mani

da in Diarrea, Malattie, Natale in salute, Vomito
Ultimo aggiornamento:

    stella di natale

    La Stella di Natale potrebbe essere velenosa. La pianta con quelle belle foglie rosse che la contraddistinguono, adatta ad ogni ambiente e capace di ricreare quell’atmosfera amena tipica delle festività di fine anno potrebbe infatti rivelarsi tossica. Vediamo perchè.

    La tossicità della Stella di Natale ( Euphorbia pulcherrima ) è data dal secreto emesso dal fusto della pianta e dalle stesse foglie che risultano essere irritanti per pelle e mucose, mentre per ingestione manifestano la loro elevata velenosità.

    Tale secreto emesso dalla pianta si presenta sotto forma di lattice che proviene dal momento in cui si apporta una lacerazione sia delle foglie che del fusto che a contatto con pelle e mucose può causare prurito, bruciore diffuso, eritema, stessa cosa avviene a contatto con le mucose, ad esempio della bocca, stessa cosa per quanto riguarda il contatto con gli occhi, per cui dopo aver maneggiato la pianta occorrerà sicuramente lavarsi con cura le mani.

    Nella malaugurata ipotesi in cui invece si ingerisse parte della pianta, potrebbe accadere a bambini ed animali domestici, le conseguenze possono divenire anche serie, con manifestazioni quali il vomito, la diarrea e nei casi più seri si può assistere anche a svenimenti. Ne consegue che la vigilanza degli adulti nei confronti di bambini e animali domestici dovrà essere alta, soprattutto in virtù del fatto che la bella colorazione variopinta delle foglie induce in tentazione i piccoli che potrebbero di fatto ingerire parti delle foglie della Stella di Natale.

    Dunque nessuna criminalizzazione per questa bellissima pianta che deve il proprio successo proprio all’azzeccata policromia di colori che la costituiscono, verde, rosso o bianco, giallo, esaminandola in tutta la sua interezza dal fusto alle foglie. La Stella di Natale proviene dall’America Centrale ed è capace di elargire allegria e colore in un periodo dell’anno buio metereologicamente parlando mentre la Stella di Natale contrasta con tutto ciò proprio coi propri colori che la costituiscono.

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DiarreaMalattieNatale in saluteVomito
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI