Staminali: sperimentata la generazione di organi e di arti, lucertola docet

Staminali: sperimentata la generazione di organi e di arti, lucertola docet

Le cellule che sono danneggiate, nel corpo umano, in parte si rigenerano, in parte no, la sperimentazione USA sta cercando di elaborare un sistema per far rigenerare gli organi danneggiati o gli arti amputati, atraverso il lavoro delle staminali

da in News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Lucertola

    Lucertola

    Le lucertole ce la fanno, lo sappiamo tutti, a farsi ricrescere le parti danneggiate della codina: chi e’ che non si e’ mai dilettato, da piccolo, a staccare un pezzetto della codina alle lucertole? Solo che a pensarlo pare semplice, la codina e’ cresciuta, se si stacca, ricrescera’, ma non funziona sempre cosi’, nella maggior parte degli esseri viventi le parti del corpo che si perdono non potranno mai ricrescere. Lo sanno i malati a cui sono amputati gli arti, come lo sanno anche le vittime delle cluster bomb e i militari che disinnescano le mine.

    Cercare di fare ricrescere in qualche modo gli arti amputati, e’ sempre stato un desiderio della maggior parte degli scienziati, e negli Stati Uniti ci stanno provando intensamente: la ricerca fino a questo momento finanziata prevede un investimento pari a 250 milioni di dollari circa; sara’ dunque da una lucertola che le vittime di guerra avranno restituito cio’ che le bombe tolgono.

    Le attuali sperimentazioni riguardano le cellule staminali, che sono attirate per crearsi dove c’e’ stato il danno, o dove ci sono state le amputazioni: la sostanza usata e’ una polvere, che si chiama “pixie dust” ed e’ stata approntata dal “Brooke Army Medical Center”, derivata dal tessuto dei maiali, riesce a indurre le cellule staminali a lavorare dove ci sono le ferite, nella speranza che non solo la carne, ma anche le oossa e i tendini possano essere rigenerati.

    Finora gli esperimenti fatti hanno dato dei buoni risultati, con le cellule OGM sono stati ricreate parti dell’utero di un cane, la pelle, le vesciche umane: tutti questi organi erano funzionali e attivi all’impianto; la polvere in questione e’ attualmente sperimentata sugli uomini che vengono feriti gravemente in guerra, che in questo caso si sacrificano davvero doppiamente per il prossimo, poiche’ la sperimentazione sulle staminali, porta con se’ il rischio di scatenare una reazione cellulare che innesca il cancro.

    392

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI