NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Staminali: potrebbero rendere inutili le protesi

Staminali: potrebbero rendere inutili le protesi

Dire addio alle protesi in sostituzione di articolazioni danneggiate, per tornare ad avere ossa e cartilagini propri e funzionanti? Una possibilità più vicina grazie agli studi sulle cellule staminali

da in Articolazioni, Cellule staminali, News Salute, Ossa, Primo Piano, Ricerca Medica, Ortopedia
Ultimo aggiornamento:

    Protesi a un’articolazione

    Oggi per quanti sono costretti alla perdita di un arto o di un ‘articolazione, in seguito per esempio a incidenti o malattie, la vita è meno difficile che in passato, grazie a modelli sempre più all’avanguardia di protesi, che possono aiutare a recuperare una qualità della vita di tutto rispetto. Ma il futuro potrebbe essere migliore. Grazie alle cellule staminali.

    Le staminali, infatti, sono studiate in moltissimi settori della medicina e numerose ricerche riguardano proprio la possibilità di rigenerare ossa e articolazioni, per dire addio alle protesi. L’ultimo studio in tal senso è stato condotto da un gruppo di ricercatori del Columbia University Medical Center di New York su alcuni conigli.

    Gli scienziati hanno preso dieci conigli e li hanno privati dell’articolazione di una coscia anteriore. Quindi hanno inserito in sostituzione uno scheletro artificiale biodegradabile (quindi destinato poi a dissolversi), che fungesse da impalcatura. Lo hanno ricoperto di fattori di crescita, cioè sostanze in grado di “attrarre” sull’impalcatura le cellule staminali delle ossa e della cartilagine del coniglio (provenienti dal suo stesso organismo), dove le stesse si sarebbero poi moltiplicate per rigenerare tessuto osseo e cartilagineo, seguendo la “forma” suggerita dallo scheletro artificiale.

    E così è stato: dopo quattro settimane, a tutti i conigli si è ricomposta l’articolazione e tutti hanno ripreso la piena funzionalità dell’arto.

    “E’ la prima volta che viene ricostruita un’intera superficie che recupera tutte le sue funzioni” spiega Jeremy Mao, coordinatore dello studio. E a confermare la straordinaria portata dello studio, i risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientificaLancet”. I ricercatori ipotizzano che, grazie alle staminali dello stesso organismo si potranno rigenerare anche articolazioni come spalla e ginocchia, nell’uomo. Probabilmente, però, serviranno ulteriori studi per dire addio alle protesi.

    366

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArticolazioniCellule staminaliNews SaluteOssaPrimo PianoRicerca MedicaOrtopedia
    PIÙ POPOLARI